Ufficiale, a fine maggio il nuovo sindaco di San Fratello

Non più ad Aprile ma un mese dopo: elezioni amministrative 26 e 27 maggio. I probabili protagonisti della campagna elettorale di San Fratello.


Anche in Sicilia le elezioni amministrative si terranno  il 26 e il 27 maggio e non più il 21 ed il 22 Aprile, come inizialmente deciso. Lo ha deliberato la Giunta regionale, riunita a  Catania, che ha quindi scelto di adeguarsi alla data stabilita dal Ministero dell’Interno.

L’anticipazione ad aprile  delle consultazioni elettorali di Comuni e Province dell’isola era stata accolta con sfavore da numerosi esponenti politici, da qui il dietro-front, come spiegato dal presidente della Regione, Rosario Crocetta, in un’intervista rilasciata all’Ansa.

«Abbiamo voluto accogliere - ha spiegato il governatore - le richieste di quanti ci indicavano di fare coincidere la data delle amministrative in Sicilia con quelle nel resto della nazione. Onestamente noi avremmo preferito una data ravvicinata, ma ci hanno fatto notare che non è giusto fare la campagna elettorale amministrativa mentre è in corso quella per le politiche che ha ben altri risvolti e quindi ci sarebbe stata un po' di confusione».

A San Fratello intanto impazza il toto-candidato alla poltrona di primo cittadino. Non c'è nulla di ufficiale ma al sindaco uscente Salvatore Sidoti Pinto, potrebbe contrapporsi una lista con a capo uno fra Giuseppe Ricca o Antonino Reitano, già avversari politici del primo cittadino in carica nelle amministrative 2003 e 2008. 

A sinistra Salvatore Sidoti Pinto, sindaco dal 2008. A Destra Salvatore Mangione, sindaco dal 1994 al 1998

Difficile però, ad oggi, stabilire chi possa essere il candidato prescelto a correre per la poltrona di sindaco. Nel 2003 Giuseppe Ricca venne riconfermato a furor di popolo, mentre nel 2008 il candidato Aldo Reitano (fratello di Antonino), perse dopo un testa a testa per un centinaio di voti. Sempre caldo anche il nome del terzo esponente politico sanfratellano, Salvatore Mangione, già sindaco dal 1994 al 1998 e proposto da un gruppo di fedelissimi.

 A sinistra Antonino Reitano, sindaco per sette mesi nel 1993. A destra Giuseppe Ricca, sindaco dal 1998 al 2008

Commenti

  1. Ma facce nuove no?

    RispondiElimina
  2. tranquilli, ci sarà la sorpresa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speriamo. Un cambiamento x San Fratello ci vuole.

      Elimina
    2. sapete qualè la sorpresa? i soliti noti che anno fatto vincere mangione poi ricca e poi sidoti si presentano con uno nuovo dalla faccia pulita tanto poi dietro ci sono loro a manovrare il manichino tanto i voti dei paesani si comprano con 4promesse alla berlusconi ce di buono

      Elimina
  3. spesso il vecchio può rappresentare il nuovo, ma sarà vero????San Fratello meriterebbe qualcuno che lo ama e che non anteponga gli interessi particolari agli interessi generali!!!!!Ma, come diceva qualcuno, San Fratello non ha mai avuto padri , ma soprattutto i suoi figli non l'hanno mai cercato veramente!!!

    RispondiElimina
  4. Non credo Ricca sia stato cosi male è esperto e di tutti i sindaci mi è sembrato quello migliore ...e io ne ho visti sindaci. però aveva un contorno di m... se fa una lista con le persone giuste può fare bene

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se non era per sidoti ancora aspettavamo le palificazioni. dove sono stati questi politici dal 2010 a ora? Certo per le elezioni si rivedono. perche non si impegnavano per il bene del paese anche gratis loro che si vantano di grandi amicizie nella politica

      Elimina
  5. SCUSATE!!!!!!!!!!!!! ma fare una grande coalizione per il bene di San Fratello è una idea così assurda????????? Questi signori che mi sembrano anche persone intelligenti perchè non pensano a lavorare insieme per il nostro paese??????

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahaha!!! Buona questa! Sidoti, Ricca, Reitano e Mangione con una sola lista? ahahahaha

      è più sicuro vedere un asino che vola ahahaha

      Elimina
  6. ognuno di loro ha fatto qualcosa di buono sono tutte persone capaci e intelligenti,peccato che c'è troppo antagonismo tra loro non dico si debba fare una coalizione(l'idea effettivamente mi sembra assurda)ma cercare di collaborare piuttosto che ostacolarsi!Comunque non mi dispiacerebbe vedere gente nuova e soprattutto giovane!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ognuno di loro ha fatto qualcosa sono tutte persone che hanno causato la frana trascurando il paese e adesso li ringrazieremo bravi?

      Elimina
  7. Dopo tanti anni finalmente ho capito dov'e' l'errore di ogni elezione

    RispondiElimina
  8. giuseppe fulia7 febbraio 2013 10:03

    il sindaco che vorrei.
    Sembra facile descrivere la fisionomia del primo cittadino.comincio dall'espressione "primo cittadino": colui che meglio di tutti mi rappresenta, colui che, in qualsiasi circostanza, si ci debba sentire onorati ed orgogliosi di essere rappresentato,onesto, leale, corretto, disponibile, generoso,altuista, serio , preparato e lavoratore.Scegliere il primo cittadino è, in un certo senso, come scegliere il padrino del proprio figlio; colui che qualora sorga la necessità si occupi del proprio figlio. in questi termini, se ci pensate, diventa difficile non solo decidere ma anche trovare una persona all'altezza a cui affidare il futuro del proprio figlio.Però lo spirito, al di la di tutto,con cui si và a votare deve, ed è, quello di affidare a chi si proporrà come candidato il futuro dei propri figli e di tutta la comunità.sò che non è facile, l'impresa è ardua!ma mi viene da aggiungere che il primo cittadino deve anche essere fiducioso e avere speranza nel futuro.Sarà"nel segrato dell'urna" che si dovrà riflettere seriamente a chi affidare le sorti del nostro paese e dei suoi proprietari: le giovani generazioni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Ingegnere, rispondo solo a te perchè non conosco gli altri partecipanti al forum, e pensare che sulla guida telefonica non risulta nessun cittadino sanfratellano di nome ANONIMO. Sono d'accordo con te, anche se in questo ultimo periodo è venuta a mancare un po di fiducia nelle Istituzioni.
      Non me ne vogliano gli altri, ma se questo è un motivo di restare anonimi, quando ne va della propria vita sociale, è un brutto inizio. Non abbiamo nulla da perdere, anzi dobbiamo riappropriarci del nostro paese, non per forza candidandoci nelle varie liste o coalizioni, ma impegnandoci in prima persona a far si che la nostra piccola comunità possa rialzare la testa.

      Elimina
    2. Caro Fulia preparato non direi perchè tutti e dico tutti quando arrivano alla poltrona di primo cittadino non sanno come spendere i nostri soldi in ESPERTI, dunque dimostazione è che la preparazione non serve! importante essere altruista e di buona volonta il resto non conta

      Elimina
  9. Sento parlrare sempre delle stesse persone, perchè non si cerca una faccia nuova che si possa dedicare solamente al governo del paese. Non come i soliti nominati che hanno mille impegni e dedicano al dovere di governare il residuo tempo che gli rimane e/o l'indispensabile. Sono del parere che di dottori/professori il paese non ne ha più bisogno. Saluti

    RispondiElimina
  10. se il futuro sindaco cerca "grandi famiglie" portatrici di voti e non dà spazio alla qualità, non si risolverà nulla, tranne qualche piccolo piacere personale.. per cui invito tutti gli elettori a riflettere prima di votare...

    RispondiElimina
  11. L'unico interesse che hanno i nostri cari politici è quello di mangiare i soldi a disposizione. Del paese non frega niente a nessuno. Non è mai stato fatto niente di concreto ne prima ne dopo la frana. I signori dottori inoltre pensino a fare bene i medici perchè quando s'inoltrano nella politica non fanno bene nemmeno per i loro pazienti. Vergona!!! Almeno mettiamo in politica uno povero non i soliti benestanti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. DICE UN PROVERBIO: CAMBIANO I SUONATORI, MA LA MUSICA E' SEMPRE LA STESSA!

      Elimina
  12. FORZA GIUSEPPE, SEI L'UNICO CHE NON HA MAI PECCATO DI PROTAGONISMO.

    RispondiElimina
  13. ognuno pensa per se e nessuno fa qualcosa per salvare questo paese che ne ha davvero bisogno.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari