Incentivare l’economia salvaguardando l’ambiente

Risparmiare, guadagnare e proteggere il territorio è possibile con i metodi proposti dalla “green economy”.


Risparmiare e investire sono da sempre i metodi più efficaci per contrastare la crisi. Nonostante tutti siano consapevoli di questo, è spesso difficile attuare certi accorgimenti o per dimenticanza, o perché troppe volte non si valutano attentamente i benefici sia per l’ambiente quanto per il proprio portafoglio.

I metodi di risparmio come i settori dove investire sono vari e innumerevoli, ma negli ultimi tempi, il risparmio può essere associato al guadagno non solo in termini di soldi non spesi, ma anche di soldi guadagnati.


L’esempio migliore è l’energia solare, che da una parte potrebbe azzerare le bollette della luce e dall’altra ricavare un guadagno costante cedendo l’energia in eccesso al proprio fornitore. E se un privato potrebbe investire il proprio denaro per poter ricavare un’entrata extra per la propria famiglia, immaginiamo cosa potrebbe fare un comune come San Fratello, che fatica a trovare fondi già per i più elementari servizi alla sua piccola comunità; con l’aggravio di un grosso debito pubblico e di un dissesto finanziario sempre incombente.

Tra le belle novità segnaliamo il sistema per aiutare l’ambiente senza disdegnare l’eventuale guadagno ricavato, proposto dalla cartoleria “La Pantera Rosa” di San Fratello, che fornisce il servizio di detersivi alla spina: soluzione strategica che permette al titolare di guadagnare in modo ecologico e ai clienti di risparmiare soldi e allo stesso tempo aiutare la salvaguardia del territorio sul tema dei rifiuti e dell’inquinamento ambientale.


Rifiuti che sono la vera patata bollente dell’isola. Il problema è di natura culturale nonché commerciale, poiché in Sicilia i rifiuti vengono considerati un grosso problema, mentre in Germania (ad esempio) sono una risorsa per dare lavoro con il riciclo delle materie prime, produzione di energia elettrica e riscaldamento.
Di seguito elenchiamo a titolo informativo le principali fonti rinnovabili utilizzate che rientrano nel pacchetto per la concessione degli incentivi statali, attraverso il c.d. “Nuovo Conto Energia”. L’incentivo premia la produzione di energia elettrica erogando somme in favore del produttore in modo continuativo, con cadenza tipicamente mensile o trimestrale, per i primi 20 anni di vita dell’impianto. Il meccanismo di incentivazione in vigore rende particolarmente conveniente l’installazione di un impianto di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, consentendo risparmi economici consistenti ed addirittura introiti finanziari ulteriori ed aggiuntivi.
Fotovoltaico
Un impianto fotovoltaico è un impianto elettrico che sfrutta l’energia solare per produrre energia elettrica mediante effetto fotovoltaico.
Minieolico
Piccolo eolico, o minieolico, è considerata la produzione di energia elettrica da fonte eolica (il vento) realizzata con l’utilizzo di generatori di altezza inferiore a 30 metri.
Solare Termico
Gli impianti solari termici sono dispositivi che permettono di catturare l’energia solare, immagazzinarla e usarla nelle maniere più svariate, quale ad esempio la produzione di acqua calda.
Geotermia
La geotermia c.d. a “bassa entalpia” utilizza il sottosuolo come serbatoio termico dal quale estrarre calore durante la stagione invernale ed al quale cederne durante la stagione estiva. Qualsiasi edificio, in qualsiasi luogo della terra, può riscaldarsi e raffrescarsi, invece di usare la classica caldaia d’inverno ed il gruppo frigo d’estate, utilizzando il naturale calore del terreno con l’ausilio di una pompa di calore, per produrre energia termica per l’acqua calda sanitaria e per il riscaldamento degli edifici.
Conviene installare un impianto geotermico in occasione di nuove costruzioni e ristrutturazioni complete.
Cogenerazione
Con il termine cogenerazione si intende la produzione in contemporanea di energia elettrica e calore partendo dalla stessa fonte. Utilizzando un unico combustibile per produrre due energie differenti riesce a garantire un processo più efficiente per la produzione dell’energia ed un consumo più razionale della fonte ottenendo un consistente risparmio energetico. La cogenerazione dunque offre un indubbio vantaggio dal punto di vista economico consentendo di ottenere un risparmio che può andare dal 20 al 40%.
Gli utilizzi risultano vantaggiosi per grandi impianti (Ospedali - Strutture complesse).
Trigenerazione
La trigenerazione è un particolare campo dei sistemi di cogenerazione che, oltre a produrre energia elettrica, consente di utilizzare l’energia termica recuperata dalla trasformazione anche per produrre energia frigorifera, ovvero acqua refrigerata per il condizionamento.

Commenti

  1. Ritengo che le proposte segnalate potrebbero essere efficienti, tuttavia la questione e poco realizzabine specialmente quando si tratta di ottenere il finanziamento da parte della regione e/o dall'ente che finanzia il progetto e una calvario per arrivarci. Non parliamo per chi vuole investire i propri risparmi, forse e meglio che oggi come oggi se li tiene sotto il mattone come una volta. Purtroppo ci sono tanti opportunità ma la burograzia e lunga. Salve.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari