La fanfara protesta per la mancata concessione di una sede


La fanfara dei Giudei della Società Militari in congedo, all'unanimità di tutti i suoi componenti decide di protestare nei confronti dell'amministrazione, decidendo di non aderire al programma estivo in collaborazione con l'Ente comunale per la mancata concessione di una sede adatta per le esigenze della Fanfara.

“Con tanto rammarico - afferma il c.d.a della Società - abbiamo notato che anche questa nuova amministrazione, mostra poco interesse nei confronti di una fanfara apprezzata ormai in tutta Italia e con una storia alle spalle di oltre cento anni, senza dubbio il fiore all'occhiello di San Fratello, che in ogni trasferta fa conoscere l'arte e le tradizioni più importanti del nostro paese.”



Sabato scorso in una riunione fissata dall'assessore Salvatore Mangione, per programmare gli eventi estivi da effettuare a San Fratello, una rappresentanza della Società Militari ha fatto notare che allo stato attuale la Fanfara non ha una sede adatta per poter svolgere la sua attività.

In realtà, l’amministrazione uscente aveva concesso una convenzione che prevedeva l'utilizzo di una sede comunale, tramite delibera di giunta. La Società ha richiesto di poter utilizzare tale sede convenzionata sin da subito, ma l'Assessore ha chiesto tre giorni di tempo per disporre il tutto, purtroppo dopo una settimana ancora nessuno si è fatto sentire, a questo punto i componenti della fanfara hanno deciso di protestare non aderendo al programma estivo in collaborazione con l'amministrazione, portando avanti gli eventi programmati in sede autonomamente come ha sempre fatto.

Alfredo Cracò, Capofanfara

Commenti

Post più popolari