Dal FAI l’ultima opportunità per il recupero della Chiesa del SS Crocifisso

Ma il Comune di San Fratello entro il 10 ottobre deve presentare il progetto di recupero dell’edificio storico.


di CARMELO EMANUELE.
Nella primavera del 2012 il FAI ha lanciato l’ennesimo concorso dei “Luoghi del Cuore”. Da San Fratello alcuni cittadini hanno proposto il recupero della Chiesa del SS Crocifisso, storico battistero che si eleva all’apice sud dell’anfiteatro naturale dove sorgeva il borgo antico di San Fratello, parzialmente distrutto dalla disastrosa frana del 1922. 

La Chiesa che denomina l’intero quartiere è stata aperta al culto nel 1595, ed è la più antica del centro abitato, dopo il Santuario dei Tre Santi. L’edificio necessita urgentemente del rifacimento del tetto, del restauro di alcuni stucchi e il ripristino della facciata originale.

La raccolta firme è iniziata in occasione della manifestazione Sanfratellani nel mondo, ed è proseguita per tutta l’estate 2012 negli esercizi commerciali di San Fratello e su internet, fino in autunno alla Mostra del Cavallo Sanfratellano, raccogliendo la bellezza di 1503 adesioni, che sono valse il 4° posto per i luoghi di culto e 7° in generale in Sicilia, e 107° posto tra i luoghi del cuore nella classifica ufficiale del FAI in tutta Italia.


Grazie alla cittadina Raffaella Nardone, che ha scritto personalmente una lettera indirizzata a Giorgio Napolitano, l’iniziativa ha ricevuto anche il sostegno del Presidente della Repubblica.

Il FAI ha comunicato ai comuni che hanno superato le 1000 adesioni per i luoghi del cuore, di prendere atto dell’iniziativa popolare per il recupero di questo patrimonio dimenticato. Anche a San Fratello nello scorso mese di giugno è giunta la comunicazione ufficiale del FAI per recuperare la Chiesa del SS Crocifisso.

   
Di recente il FAI ha fatto di più, pubblicando un Bando riservato agli enti locali, indirizzato ai comuni che hanno superato le 1000 adesioni. Il Bando che scade il 10 ottobre prossimo, prevede il ripescaggio di tre luoghi del cuore per il recupero. I lavori verranno finanziati dallo stesso FAI fino a 250.000 euro. È logico a questo punto sollecitare il Comune di San Fratello affinché partecipi al bando visto l’enorme successo dell’iniziativa popolare che in rapporto ai residenti ha raggiunto oltre il 40% dei consensi.  

Commenti

  1. gentilissimo sig.emanuele mi sembra opportuno precisare che non spetta al comune di san fratello ma alla curia predisporre la necessaria documentazione per accedere al bando in quanto l'immobile è tra i beni immobili della chiesa.
    saluti

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari