La fanfara di San Fratello resta senza sede

Annullate le ultime tappe del tour 2013. 


Uno dei punti cardine del programma dell’Amministrazione Fulia riguarda l’associazionismo ed in particolare “la creazione di luoghi di accoglienza ed aggregazione”.

Viste le numerose problematiche cui l’attuale Amministrazione sta tentando di far fronte, forse sarebbe irragionevole ed egoistico pretendere in questa fase anche “la creazione di luoghi di accoglienza ed aggregazione”.

La questione però cambia notevolmente laddove questi luoghi esistono e, per chissà quale arcano motivo, non vengono messi a disposizione di chi, come la Società Militari in Congedo e la Fanfara dei Giudei che di questa ne è parte integrante, l’associazionismo lo esprimono ed interpretano appieno.

Ebbene, ciò è quello che sta accadendo con la struttura dell’ex scuola Mascherino-Rocchette attualmente sede di un’altra lodevole realtà sanfratellana.

Sin dai primi giorni dall’insediamento dell’Amministrazione, la Società Militari in Congedo aveva rappresentato al Sindaco Fulia l’esigenza di potere, compatibilmente con gli orari e le necessità del gruppo bandistico “San Benedetto”, usufruire dei locali delle “Rocchette” al fine di consentire alla Fanfara dei Giudei di prepararsi al meglio per continuare nella propria attività che ormai da anni porta avanti e che l’ha vista protagonista assoluta in tutte le manifestazioni alle quali ha partecipato.

Sensibile alla problematica in questione, il Sindaco, dott. Francesco Fulia, si era detto subito disponibile a trovare una soluzione che potesse accontentare tutti, anche per dare seguito ad una Convenzione che la precedente Amministrazione aveva deliberato e che aveva ad oggetto proprio la concessione a titolo gratuito dei suddetti locali a favore della Fanfara.

Alla luce delle rassicurazioni del Sindaco, la Fanfara aveva preso contatti con altre amministrazioni ed associazioni così da riprendere l’attività interrotta dopo l'ultima trasferta di Balestrate (PA). Sennonché giunti a settembre, il Direttivo ha dovuto disdire ogni appuntamento in quanto l’Amministrazione Fulia non aveva mantenuto fede alla propria promessa.

Difatti, le chiavi sono state messe a disposizione della Società solamente nove giorni prima dall'uscita del 4 novembre (un lasso di tempo troppo breve per poter preparare al meglio l'esibizione), e con la condizione oltretutto di liberare i locali, riconsegnando le chiavi giorno 3 novembre, quindi con l'impossibilità di preparare altre uscite. 

Lungi dal volere entrare in polemica con l’Amministrazione, la Società Militari in Congedo e la Fanfara non comprendono e si interrogano sulle reali motivazioni che ad oggi sono da ostacolo per la concessione dei locali delle Rocchette, soprattutto ad una Entità socio-culturale come la Società Militari e la Fanfara che, oltre ad avere una storia ed una tradizione secolare, hanno visto succedersi diverse Amministrazioni ed in sinergia con esse hanno sempre operato nell’interesse esclusivo della comunità sanfratellana. [Il Consiglio di Amministrazione della Società Militari in Congedo]

Commenti

Post più popolari