I Nebrodi chiamano l’Europa

Beni artistici da salvaguardare, inviata richiesta a Bruxelles.

Area Archeologica Apollonia

di Maria Chiara Ferrau.
Nel territorio dei Nebrodi, il polmone verde della Sicilia, c’è un patrimonio straordinario di beni culturali che devono essere valorizzati. Per questo tramite l’ufficio dell’esperto per i beni culturali del Comune di Tortorici, Salvatore Mangione, è stata inoltrata al parlamento europeo una richiesta di intervento straordinario per i beni culturali nei paesi i cui territori ricadono nel cuore dei Nebrodi.

In particolare, i beni attenzionati da Mangione nella sua richiesta sono: il museo delle campane “ex fonderia Trusso” a Tortorici; la splendida chiesa di San Francesco, il cui pregiato portale si affaccia sulla piazza duomo e al cui interno si trova un soffitto ligneo interamente decorato a mano e un altare con rifiniture che si stanno evidentemente scrostando dalla pietra.

Sempre a Tortorici gli interventi richiesti al parlamento europeo riguardano le chiese delle borgate Santa Nagra, Randi, San Giuliano e poi, sempre nel centro nebroideo, il museo delle meraviglie animate

Altri interventi dovrebbero essere effettuati a Cesarò, nella zona del castello e quartiere adiacente; a San Teodoro al borgo San Giuliano e nella chiesa di San Gaetano; a San Fratello, invece, gli interventi sono necessari nella zona archeologica Apollonia e nel quartiere San Nicolò di Bari con relativo museo; a Caronia da attenzionare la zona archeologica marina e il quartiere castello in montagna. 

Infine, richiesti interventi ad Acquedolci nella zona di accesso alle grotte paleolitiche e marina vecchia con castello e chiesetta San Giacomo. Sulla pratica presentata da Mangione, la commissione regionale per i beni culturali ha già espresso parere favorevole, come ha reso noto il deputato Greco. 

Altri comuni che hanno inoltrato la pratica sono, oltre a Tortorici, Montalbano Elicona, Taormina e Messina. Adesso si attende il responso da Bruxelles.

Fonte: Ecodisicilia.com

Commenti

  1. Una bella e coraggiosa iniziativa da prendere come esempio del voler fare. Opere da conservare e tramandare ai posteri con tutta la loro cultura. Il mio ardente plauso vada al promotore dell’iniziativa.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari