Terzo anniversario di "San Frareu - Zzea parduoma u dialott dû nasc paies"

1 settembre 2015: il gruppo Facebook dei sanfratellani che scrivono in dialetto festeggia il suo terzo anniversario.

Cari amici buongiorno a tutti da parte degli amministratori del gruppo!

Era l’uno settembre 2012 quando, concluse le cinque giornate di manifestazioni agostane all’interno dell’evento “Sanfratellani nel mondo”, Carmelo Faranda (foto a destra) proponeva la creazione di uno spazio Facebook, nel quale i sanfratellani potessero comunicare attraverso l’uso del dialetto scritto. 

In pochissimi giorni l’intuizione di Carmelo raccolse centinaia di adesioni e di interventi: era nato “San Frareu - Zzea parduoma u dialott dû nasc paies”. Oggi, primo settembre 2015, il sito festeggia orgogliosamente il terzo anniversario di attività. Quello che inizialmente doveva essere solo un luogo di incontro virtuale, un’amenità tra compaesani, è diventato assai presto uno spazio gestito con cura quotidiana e il totale degli iscritti ha da poco superato le duemila unità.

Il numero dei membri è cresciuto nel tempo certo per le possibilità offerte dall’utilizzo del codice dialettale, ma le cifre sono soprattutto legate allo zelo con cui Carmelo Faranda gestisce questa straordinaria esperienza di comunità virtuale.


La scelta dell’ortografia. 
Un aspetto importante di questa solerzia può riscontrarsi nell’attenzione dedicata alla veste grafica del sanfratellano. Pur in mezzo ad un pullulare di interventi votati a grafie improvvisate e spontanee, negli interventi più controllati ci si attiene al sistema ortografico studiato dall’Università di Catania per il galloitalico sanfratellano, contribuendo alla sua diffusione.


Gli argomenti: la letteratura dialettale 
Accanto ai numerosi spunti di conversazione libera ed estemporanea, la comunità è lieta di ospitare, con cadenza settimanale, le composizioni dei numerosi scrittori sanfratellani che si esprimono in versi o prosa. Le proposte costanti hanno già prodotto un ricco archivio di testi letterari e gli amministratori, consci del suo valore, hanno già messo in atto le operazioni che condurranno presto alla pubblicazione di un’antologia di questi scritti. 


Grazie alla curatela di Benedetto Di Pietro (foto sopra a destra) che amministra il sito insieme a Carmelo, Pino Foti (foto in basso a sinistra) e Filadelfio Vasi (foto sopra a sinistra), il volumetto vedrà la luce nella collana “Apollonia” della casa editrice Montedit e i ricavi della vendita saranno utilizzati per un progetto benefico legato alla valorizzazione del dialetto sanfratellano.


La valorizzazione del dialetto: il progetto del Comune di San Fratello
Proprio in riferimento alla valorizzazione del dialetto, è motivo di compiacimento la fortunata coincidenza per cui questo terzo anniversario cade proprio nel momento in cui il Comune di San Fratello ha intrapreso un percorso di tutela del dialetto sanfratellano, del quale si è data puntuale notizia, consapevoli che l’esperienza del sito ha dato un contributo importante nell’evidenziare l’importanza e la vitalità del patrimonio linguistico sanfratellano. Le intenzioni disegnate dagli amministratori sono condivisibili proprio perché, così come immaginate, innescano un circuito virtuoso tra le ricerche dell’Università e le iniziative sul territorio (Comune, Scuola, comunità sanfratellana), al fine di confortare tutti i dialettofoni sull’importanza e il valore del dialetto e della cultura che esso veicola.

Le potenzialità future: nuovi ambiti d’uso per il dialetto
Attraverso l’esperienza del sito, prende corpo anche un aspetto non secondario della valorizzazione del codice: il sanfratellano scritto si appropria di spazi che altrimenti gli sarebbero sottratti dall’italiano. Il dialetto invece, almeno in ambito amicale e informale, aspira a convivere con la lingua italiana e, se possibile, a superarla in quegli spazi che gli sono stati tradizionalmente riservati come la familiarità, la narrazione dei ricordi, lo scherzo, le lavorazioni tradizionali, il cibo, il gioco. 

All’interno della comunità virtuale “San Frareu: zzea parduoma u dialott dû nasc paies”, i sentimenti e le emozioni dei sanfratellani residenti in paese e sparsi per il mondo, continuano ad essere espressi nel codice più congeniale: il dialetto galloitalico di San Fratello, rievocando i suoni e le parole che, in paese, si pronunciano ininterrottamente da quasi dieci secoli. 

Grazie per la collaborazione, un caro saluto e buon sanfratellano a tutti!



VERSIONE GALLIOTALICA

1° Sittambr 2015 - U nasc grupp Facebook dî sanfrardei chi scrivuoma n dialott fea ghj’iegn.

Chier amisg bangiuorn a tucc da peart di ghj'aministraraur dû grupp!

Era u prim di sittambr di triagnaura quänn, apuoi chi si spiciean li festi d’auost pi la manifestazzian “Sanfratellani nel mondo”, Carmìan Faräna fasgiaia la prupasta di crijer na ngana nta Facebook ana i sanfrardei pulaiu chjachjarier usänn u dialott scritt. Ntô gir di pach giuorn la pinsära di Carmìan aricampea iscrizziuoi a cintinier: avaia anasciù: “San Frareu - Zzea parduoma u dialott dû nasc paies”. 

Iuoi, prim di sittambr dû dimilaquìnisg, quost sito vau fistiger u terz ienn d’ativitea. Cau chi, di mprima, avaia sau èssir n past pi scuntrers cû computer, n divirtimant tra paisei, adivintea nta nant n duogh fätt funziuner cun tänta attenzian, giuorn pi giuorn. Quoi chi si scrivìan spassean, da pach, u nùmar di dimila cristiei. U numar di quoi scritt aumintea ntô tamp siguramant pi li pussibilitei chi dea u parder “d’accuscì”, ma puru pi la cura chi Carmìan Faräna mott pi fer funziuner quosta straurdinäria cumunitea dû computer.

U muoru di scrìvir
N muoru pi capir quosta attenzian si pà virar di cam s’adicirì di scrìvir u dialott. Puru se tänt causi son scritti cam mieghj vìan di fer, nta li quasiuoi ana si scrivu causi chjù cuntruläri, si scriv cam studijean nta l’Univirsitea di Cateunia, e cun la scusa si dea puru aira a fer acanuoscir quost sistema.

Ghj’argumant: i dibr n dialott
Ntô mez di tutt li chjachjarieri, acuscì cam vienu nta cau minù, la cumunitea è cuntanta di der därgh, ogni simeuna, a li causi scritti da peart dî scritaur sanfrardei chi scrivu poesii o caunt. Tucc quosc scritt s’amunzidean e ghj’aministraraur, avauta chi sean u sa valaur, si miesu n camìan pi publicher n dibr. Gräzzi a la cura di Bittu Di Pietro, chi aministra quost sito, antucc cun Carmìan, Pìan Foti e Frareu Vasi, u dibr niesc nta la collana “Apollonia” di la chiesa editrice Montedit, e i pìciu chi s’asuomu cu la vànita vienu utilizei pi n prugiett pi la valurizazzian dû dialott sanfrardean.

La valurizazzian dû dialott: u prugiett dû Cumù di San Frareu
Pruopriu pardann di valurizazzian dû dialott, ghj’è da èssir cuntant chi quost terz ienn dû sito arriva ntô minù ch’u Cumù di San Frareu accumunzea n prugiett pi difànir u dialott sanfrardean. Di cau chi si iea fätt si dott nutizzia nto sito, savann chi quosta spirianza dott na grean mean d’aira ntô fer capir quänt è mpurtänt la pardära sanfrardeuna. Li ntinziuoi chi diessu ô Cumù son bauni, pircò mottu antucc u traveghj di l’Univirsitea e li causi da fer a San Frareu (u Cumù, la scuola, tucc i sanfardei), p’arriver a airer tucc quoi chi parduoma d’accuscì, fann capir la buntea dû dialott e di la cultura chi pässa cun rau.

Li causi chi si palu fer chjù ndavìa: u dialott si fea därgh
Cun la scusa di quost sito, si stea virann puru n lät mpurtänt pi la valurizazzian dû sanfrardean: u dialott scritt pighja därgh e zzierca di ni fers scugner di l’italiano.
U sanfrardean, armen quänn si pearda cun ghj’amisg e nta li causi di tucc i giuorn, vuloss suparer l’italiano, quänn si pearda di li causi di li ncanasci, dî rrigard, quänn si babìa, quänn si pearda dî traveghj di na vauta, di la rraba di manger, dû giuogh. Nta quosta cumunitea di antra dû computer “San Frareu: zzea parduoma u dialott dû nasc paies”, i sintimant e li emuzziuoi dî sanfrardei chi stean ô paies e chi son a maunn maunn, si dìsgiu ancara cam vìean natureu: ntô dialott sanfrardean, cun li stissi paradi chi si ìean ditt di quäsi diesg cintinier d’egn. 

Gräzzii pi la vascia aìra, n chier salur e ban sanfrardean a tucc!


Commenti

Post più popolari