Stazzone, Riana e Monte: Da circa sei anni solo promesse…

ATTUALITA'
I cittadini non possono più sopportare un ulteriore inverno al buio e con le vie trasformate in ruscelli con le prime piogge.

Salvatore Mangione.
Fervono le attese degli abitanti dei quartieri Stazzone, Riana e Monte nuovo per l’esecuzione dei lavori promessi dalla Protezione Civile per la viabilità e l’illuminazione. Da circa sei anni si rinnovano le promesse e la progettualità. 

Adesso sembra la volta buona se si considera che i responsabili della Protezione Civile dipartimentale della Sicilia, hanno dichiarato nell’ultimo incontro con gli sfollati, nei giorni scorsi, che le due necessarie infrastrutture sarebbero in dirittura d’arrivo.

Non potrebbero più sopportare un ulteriore inverno al buio e con le vie trasformate in ruscelletti, a causa della acque anche piovane che non riescono a scavalcare i nuovi pozzetti realizzati nei quartieri. A ogni tramonto l’intera zona si trasforma in una grande e pericolosa zona nera, a causa del buio pesto.

In queste condizioni è come se i tanti milioni spesi in opere di intervento, non fossero mai stati realizzate. Per non parlare della struttura scolastica dell’istituto comprensivo che ovviamente, dopo una certa ora non può essere fruita per non mettere a rischio gli utenti che dovrebbero attraversare, in queste condizioni, l’area che sarà oggetto di interventi.

Fonte: gazzetta del sud      

Commenti

Post più popolari