Un grosso macigno minaccia di cadere sull'abitato

ATTUALITA'
Le possibili soluzioni tecniche vanno vagliate dal competente ufficio comunale che conosce la struttura.

Salvatore Mangione.
Un grosso macigno minaccia di staccarsi dalla famosa Roccaforte, simbolo storico del centro montano che si erge sull'abitato. Nel versante nord-orientale è ben visibile sia da quartiere San Nicolò di Bari come pure dalla sottostante arteria provinciale Normanni. 

Nella parte sommitale il distacco ha già superato il metro di spostamento e rimane fortunosamente ancorato alla base, nel piccolo pendìo formatosi a seguito della frana del secolo scorso. Il pericolo è talmente evidente che adesso con le intemperie in qualche maniera occorre intervenire prima che possa provocare danni e rappresentare una vera minaccia per uomini e mezzi in transito sull'importante arteria di collegamento fra la zona periferica e il nucleo del centro cittadino.

Le possibili soluzioni tecniche vanno vagliate dal competente ufficio comunale che conosce la struttura che dalla pietra arenaria di cui si compone ha determinato con il passare degli anni, diversi smottamenti e cadute di massi. A ridosso della roccia insistono alcune case rurali e nella fascia sottostante la provinciale alcune strutture di civile abitazione ed alcune stalle. 

Scarsamente illuminata la zona, durante le ore notturne, andrebbe attenzionata maggiormente anche per evidenziare eventuali problematiche. L'accesso verso la Roccaforte è abbastanza facilitato sia da lavori recenti che da vecchi interventi sul costone di collegamento della stessa montagna ed ancora non ultimati.

fonte: gazzetta del sud

Commenti

Post più popolari