Vigili urbani, sos della Cisl

ATTUALITA'
Solo nella nostra provincia oltre 60 comuni fuori dai fondi regionali.

Teresa Sanfilippo.
Troppi i comuni del messinese rimasti fuori dai fondi regionali 2013 per i corpi della Polizia Municipale. La Cisl Funzione pubblica di Messina torna all’attacco sollecitando l’Assessorato regionale perché corra ai ripari. “Solo nella nostra provincia -sottolinea Calogero Emanuele, segretario provinciale della CisL Fp -mancano all’appello ben oltre 60 comuni, tra cui Messina, Lipari, Taormina, Santo Stefano di Camastra, Patti e tanti altri comuni di minori dimensioni. 

Ad oggi non è ancora chiara la motivazione ma appare ingiustificabile l’esclusione a fronte di servizi resi già da oltre due anni. In questa situazione, gli appartenenti alla Polizia locale di Messina e dei comuni della provincia non vedranno retribuito un servizio reso nell’anno 2013 se l’Assessorato Regionale non correrà ai ripari correggendo il palese errore”. Il rischio è di vedere compromessi servizi di Ordine pubblico, sicurezza e controllo del territorio che oggi, più di prima, sono strategici e fondamentali nel contesto della Sicurezza Nazionale». Gli operatori della polizia locale che svolgevano le funzioni di pubblica sicurezza, avrebbero dovuto avere garantita una indennità fino all’80% di quella prevista dalle Forze dell’Ordine.

“A questo -afferma ancora Emanuele- va aggiunto che le Amministrazioni devono procedere al riconoscimento del bonus di 960 euro da corrispondere in quote da 80 euro mensili a decorrere dal mese di gennaio 2016 previsto dalla legge di stabilità nazionale, in quanto la Polizia Locale svolge sia funzioni di “polizia di sicurezza” che di “polizia amministrativa”.  Tra i comuni che hanno già  ricevuto il finanziamento per il piano di miglioramento dei servizi della Polizia Municipale per l’anno 2013 , vi è Barcellona Pozzo di Gotto che ha ricevuto 63mila euro, Milazzo che ha ottenuto 49mila euro, Sant’Agata Militello (33mila euro), Capo d’Orlando (29mila) e San Fratello (11mila).

fonte: amnotizie.it

Commenti

Post più popolari