I cognomi come brand, i Bordonaro

CURIOSITA'
Bordonaro è il nome di un quartiere di Messina e il nome del torrente nella qui vallata sorge il centro abitato della frazione.

Francesco Miranda.
Come Eleonora Bordonaro cantante di musica popolare e jazz. Bordonaro deriva dal vocabolo siciliano “bburdunaru”, proveniente dal latino “burdonarius” ovvero “colui che conduce le bestie da soma, il mulattiere, nello specifico “colui che dietro compenso, conduce, mantiene e custodisce i bardotti”, cioè gli ibridi concepiti dall’unione di un’asina e un cavallo. 

Deriverebbe, inoltre dai termini siciliani “bbarduni” o “varduni”, grossa e rozza sella di legno, il basto, che si poneva e si pone sul dorso delle bestie da soma per collocarvi o appendervi il carico. Bordonaro è un cognome siciliano diffuso oltre che nel palermitano (Palermo, Bagheria, Bolognetta, ecc.), nella fascia orientale dell’Isola, nel catanese (Catania, Randazzo, Santo Cono, Acireale, ecc.), nel siracusano (Canicattini Bagni, Floridia, Siracusa, ecc.), nel messinese (San Fratello, Messina, Acquedolci, ecc.) oltre che nell’agrigentino (Canicattì, Ribera, Naro), ecc. e, in misura minore, nelle rimanenti province. Con nuclei meno consistenti i Bordonaro sono presenti anche in Lombardia, Piemonte, Liguria, Lazio, Emilia-Romagna, Toscana, Veneto, ecc.

Riferimenti storici e personaggi. Bordonaro è il nome di un quartiere di Messina e il nome del torrente nella qui vallata sorge il centro abitato della frazione. Un Alessandro della famiglia Chiaramonte-Bordonaro con residenza in Palermo il 10/7/1803 acquistò il feudo di Gebbiarossa del quale fu investito con il titolo di barone; tale titolo il 12/9/1899 venne riconfermato alla famiglia nella persona di Giuseppe, nato a Girgenti il 10/6/1868. Gabriele, con R.D. del 1926 riottenne la concessione del titolo di barone. 

La famiglia Chiaramonte-Bordonaro risulta iscritta nel Libro d’Oro della Nobiltà Italiana e nell’Elenco Ufficiale Nobiliare Italiano del 1922. ELEONORA BORDONARO (Paternò, CT), cantante di musica popolare e Jazz. Partendo dal repertorio blues e soul, ha approfondito lo studio della musica jazz, bossa nova e folk: nel corso degli anni ha collaborato con le formazioni più interessanti del panorama italiano, come la PMJO Parco della Musica Jazz Orchestra diretta da Maurizio Giammarco e l’OPI Orchestra Popolare Italiana diretta da Ambrogio Sparagna. 

Dal 2008 è cantante solista dell’OPI, insieme alla quale si è esibita con Francesco De Gregori, Ron, Peppe Servillo, Mario Incudine ed altri. Collabora con il compositore Pasquale Catalano per il quale ha dato la voce alle colonne sonore di film quali “Mine vaganti” di F.Ozpetek, “Romanzo criminale” di Stefano Sollima, “La doppia ora” di Giuseppe Capotondi, “La siciliana ribelle” di Marco Amenta. Si è esibita in molti teatri e festival italiani fra i quali l’Umbria Jazz 2010, l’Auditorium Parco della Musica di Roma, Teatro Franco Parenti di Milano e tanti altri. Alcuni suoi concerti sono stati trasmessi in diretta radiofonica a RAI Radio3, Rai International e Radio Popolare di Milano.

fonte: siciliainformazioni.com


Commenti

Post più popolari