Chiusa l'Estate Sanfratellana 2016, che successi!

IL RESOCONTO
Nell'organizzazione di questa estate si è cercato di abbinare al meglio momenti di puro divertimento a momenti culturali.

Ciro Carroccetto.
Si è concluso, con le celebrazioni in onore di san Pio di Pietrelcina, il ciclo delle manifestazioni estive 2016 a San Fratello.

In particolare dobbiamo citare la settimana dal 12 al 17 settembre dedicata ai solenni festeggiamenti del protettore e co-patrono San Benedetto il Moro, essa è stata, come ogni anno, tra i momenti più sentiti dai cittadini di San Fratello. Prima di tutto per la straordinaria devozione che ha questo popolo nei confronti del 'grande' santo, e poi per l’ottima organizzazione da parte dell’arciprete don Salvatore di Piazza, di padre Simone Campana e naturalmente del comitato festeggiamenti San Benedetto il Moro, che come ogni anno, si prodiga con impegno e passione per organizzare in ogni dettaglio la festa. 

Una menzione particolare va ai portatori della vara che trasmettono in ogni devoto un aspetto della fede: faticosa ma gratificante. Una partecipazione di persone, corale e numerosa, ha riempito le piazza e le strade del paese aggiungendo colore ad un'atmosfera già suggestiva grazie agli imponenti archi che abbellivano le vie cittadine, e molto apprezzati sono stati fuochi artificiali. 

Nell'organizzazione di questa estate si è cercato di abbinare al meglio momenti di puro divertimento a momenti culturali: Il seguitissimo concerto di Nino Fiorello, e la rappresentazione teatrale 'l'arte della beffa'. Il caffè letterario', organizzato dalla Volere Volare, con presentazione del libro 'il colore del gol' scritto, oltre che da Carmelo Emanuele (il grande allenatore di questa fantastica squadra, l'ASD, presieduta in questi due anni da Benedetto Triolo, che, dal nulla, è riuscita a realizzare un'impresa sportiva), da Antonino Longo e Michele Di Nardo ai quali vanno tanti complimenti. 

E la presentazione del libro di Paolo D'Anna 'Reliquie di Sarajevo', (con la partecipazione di Salvatore Oddo come voce narrante) per non dimenticare gli orrori provocati delle guerre di tutte le latitudini. Tanti i momenti dedicati ai nostri bambini ('cavalli sotto le stelle' organizzato in collaborazione tra la pro-loco 'Apollonia' e Carmelo Lo Cicero, e la III edizione del festival canoro 'ugola d'oro'). 

Immancabili i momenti dedicati alla musica leggera (la 'cover' di Laura Pausini con la splendida Flavia Marino e la serata di San Benedetto con il bravissimo Marco Ligabue, in mezzo il concerto di Manuela Mauro in quartet, per i festeggiamenti dedicati alla SS Madonna delle Grazie). Tutto all'insegna della partecipazione e del gradimento per tutti i 'palati'. Ricordiamo, inoltre, l'apprezzato concerto sinfonico, lirico e moderno tenutosi in piazza convento a cura del 'Corpo Bandistico San Benedetto il moro'.

I risultati ottenuti dalla programmazione estiva organizzata dall'amministrazione comunale guidata dal Sindaco Francesco Fulia, ed in particolare dall'assessore allo sport, spettacolo e turismo Antonella Carrini, sono stati molto soddisfacenti. Col patrocinio e la collaborazione dell'Unione dei Nebrodi, tramite il 'marketing 2016' (che trasferisce ad ogni Comune co-partecipante dell'Unione le somme per l'organizzazione degli eventi), il Comune ha delegato l'organizzazione dell'estate sanfratellana 2016 all'Associazione culturare 'Corpo Musicale San Benedetto il moro' città di San Fratello, guidata dal presidente Giuseppe Baldanza e dal direttore artistico Andrea Marino. 

In particolare vanno ringraziate tutte le associazioni del territorio e tutti gli operatori commerciali che si sono impegnate al massimo per realizzare le manifestazioni, alcune di grande richiamo, che hanno raccolto un vasto pubblico. Nel dettaglio vanno ringraziate: l'associazione socio-culturale 'Volere Volare Onlus ' che oltre a collaborare attivamente (già citato il caffè letterario), ha organizzato il grest estivo (impegnando, per due settimane, bambini e ragazzi in tante attività ludico-ricreative), la II edizione della giornata del bambino, e, durante la settimana dedicata a San Benedetto, la mostra di arte sacra e il recital sulla vita di San Benedetto, prendendo spunto dal testo scritto da fra Giuseppe Benedetto Maggiore. 

La 'Società nuova fra militari in congedo' (la 'fanfara dei giudei' ne è parte) ha allietato alcuni momenti dell'estate sanfratellana (vedi sagra del pane con l'olio, concerto in piazza monumento e maccheronata nel quartiere San Nicolò di Bari, per l'organizzazione di quest'ultima un grazie particolare va tributato alla sig.ra Raffaella Nardone). 

Altri due momenti salienti di questa estate sono stati, la 10^ edizione del saggio di danza '3dance', interamente organizzato e finanziato da Donatella Emanuele, in piazza Convento, nel quale la bravura delle sue allieve si è pienamente confermata. L'altro evento si è tenuto in piazza monumento la sera di ferragosto, organizzato dalla locale Pro-loco 'Apollonia' con la gradita esibizione in concerto di Gino e Gina Gentile, i nostri amati sanfratellani newyorkesi, che tanto amano San Fratello e puntualmente ricambiati da tutta la cittadinanza. 

Commovente sentire cantare in dialetto Galloitalico canzoni ormai entrate nel cuore di tutti i sanfratellani sparsi nel mondo come 'Grazzi ' e 'a San Benedetto'. Un grazie sincero va a loro. Altre serate di grande convivialita' sono state le feste di quartiere dove il divertimento non è certo mancato, allietate da ottime pietanze e balli. 

Un'altra manifestazione di grande successo e' stata il 'meeting della FIAT 500 svoltosi lungo le strade della cittadina e un' originale 'arrampicata', a piedi, dei partecipanti, sul 'Monte Vecchio' fino a raggiungere il santuario normanno dedicato ai tre santi 'Alfio, Filaldelfio e Cirino, dove, nell'area antistante si è gustato un ottimo aperitivo. Tutto organizzato dal 'fiduciario zonale' Antonio Mirenda. 

Ricordiamo inoltre la seconda edizione del festival 'Pas di trai', organizzato da Agostino Collura. Vedere ancora così tante persone che riempiono le piazze, anche alla fine della stagione estiva, e' stato molto gratificante per gli organizzatori, a significare che aver lavorato bene, ha prodotto i giusti risultati. L'auspicio e la speranza migliore rimangono quelli che da una proficua collaborazione tra tutte le componenti possa risaltare sia l'entusiasmo sia la professionalità di ognuno e che i risultati attesi non possano che avere sempre piena conferma.

Commenti

Post più popolari