I siciliani riscoprono i Nebrodi, più famiglie e scolaresche nel Parco

TURISMO
Alla scoperta di percorsi ed aree di particolare interesse naturalistico e paesaggistico nel territorio dei Nebrodi: da Caronia a Capizzi, da San Fratello a Cesarò, da Santo Stefano di Camastra a Mistretta.

Aurora Fiorenza.
Coppie, scolaresche, stranieri e italiani, il fascino della natura colpisce sempre di più ogni tipologia di viaggiatore. Tanto che proprio nel 2016 sono aumentati del 35 per cento rispetto all’anno precedente, i visitatori che hanno contattato l’associazione naturalistica “I Nebrodi”, per vivere un itinerario all’interno della vasta area protetta della provincia di Messina, il Parco dei Nebrodi.

Parola del vicepresidente dell’associazione, il geologo Antonio Oieni: “La nostra realtà nasce per iniziativa di un gruppo di amici che da anni si dedicano con passione all'escursionismo ed alla scoperta di percorsi ed aree di particolare interesse naturalistico e paesaggistico nel territorio dei Nebrodi. Opera su tutto il territorio del Parco, con particolare riferimento ai comuni di Caronia, Capizzi, San Fratello, Cesarò, Santo Stefano di Camastra e Mistretta. Lo scorso anno abbiamo registrato un aumento dei visitatori del 35 per cento. Si tratta soprattutto di famiglie italiane e di scolaresche”.

Ma non solo. A riscoprire il territorio siciliano sono soprattutto i suoi abitanti. “Numerosi visitatori sono famiglie siciliane. Per noi è un dato importante che ci rende felice” spiega Oieni. Una crescita e un successo quello degli itinerari dedicati all’ambiente, che ha motivato l’associazione “I Nebrodi” a fare sempre di più. Il calendario con tutte le escursioni programmate per il 2017, infatti, contiene delle novità.

“Negli eventi di quest'anno abbiamo inserito – afferma il geologo - i classici percorsi dei Nebrodi e anche diversi weekend in tenda. Questa tipologia di itinerario è stato richiesto molto dai partecipanti che provengono da provincie siciliane più lontane, come Marsala o Siracusa. Inoltre, nel calendario di quest'anno ci sono diversi eventi didattici inediti, come ad esempio le ceramiche con tecniche raku da creare all’interno del mulino Caronia, o la visita alla scoperta degli alberi monumentali nascosti nel fitto bosco dei Nebrodi”

Molte attività naturalistiche, organizzate da “I Nebrodi” sono incentrate proprio all’interno del mulino di Caronia. Si tratta di una pregevole struttura affidata in gestione all’associazione dall’Ente Parco dei Nebrodi, che organizza numerosi eventi naturalistici, escursionistici e tematici (trekking fluviali, giornate micologiche, mungitura delle capre e produzione di ricotta, attività didattiche su flora e fauna dei Nebrodi, preparazione e degustazione prodotti tipici, attività didattiche per le scuole).

L’associazione aderisce al circuito Nebrodi Outdoor dell’Ente Parco. Ma le meraviglie naturalistiche di questa zona della Sicilia possono essere ammirate anche a bordo di un fuoristrada. A proporre due giorni di escursioni con una Land Rover è l’associazione “Sicilying”.

I partecipanti potranno percorrere strade sterrate visitando i laghi di Ancipa e il Castello dei Nelson. In jeep nel Parco dei Nebrodi, si seguiranno dei percorsi panoramici e prevalentemente off-road, si avrà la possibilità di ammirare la rigogliosa vegetazione di questo parco e i suoi laghi e, se la fortuna sarà dalla parte dei visitatori, si potranno anche incontrare degli animali allo stato libero. Di sera, prima del tramonto, chi parteciperà al tour dovrà montare le tende e dormire sotto le stelle. Chi vuole avere maggiori informazioni sugli itinerari de “I Nebrodi” e di “Sicilying”, può visitare rispettivamente il sito www.inebrodi.it oppure chiamare il numero 3777033073.

fonte: giornale di sicilia

Commenti

Post più popolari