Il San Fratello si prende il derby

CALCIO
Nicosia e Calabrese piegano l'Acquedolci, non basta Gaglione per gli ospiti.

Antonio Longo.
Si è giocato ieri l'atteso derby di prima categoria tra il San Fratello e l'Acquedolci, recupero della prima giornata di ritorno. 

Davanti ad una cornice di pubblico degna delle grandi occasioni i padroni di casa sfornano una prestazione tutto cuore e grinta mettendo sotto la formazione acquedolcese. 

Primo tempo tutto sommato equilibrato, i neroverdi padroni di casa si affacciano dalle parti di Russo a turno con La Marca, Ciravolo, Carbonetto e Calabrese ma senza impensierire troppo la retroguardia ospite. Acquedolci pericolosa invece con Pizzuto e soprattutto con Di Pietro che su calcio di punizione non trova per un soffio la porta difesa da Galati.

La ripresa si apre con i neroverdi di Emanuele all'arrembaggio, già nei primi minuti Carbonetto pescato in area mette in mezzo ma nessun compagno riesce a deviare verso la porta. Ciravolo serve Carbonetto che non ci arriva per questione di centimetri. Poi Caprino di sinistro impegna Russo in un difficile intervento. Al 53' arriva il gol, Carbonetto mette in mezzo l'ennesimo cross, deviazione di Rakipi, palla a Nicosia che è lesto a stoppare e piazzare un sinistro velenoso all'angolo opposto dove Russo non può arrivarci. 

Sotto di un gol l'Acquedolci prova una timida reazione ma la conclusione di Grillo e fuori bersaglio. Il San Fratello invece trova il raddoppio grazie ad un contropiede da manuale con Carbonetto in versione uomo assist per l'accorrente Calabrese che raddoppia a porta vuota. Sotto di due gol gli ospiti con la forza della disperazione si gettano nella metà campo avversaria, Sidoti tira alto dopo uno scambio con Di Pietro, Alioto e Caroniti sono impalpabili, tocca allora al veterano Saraniti riaprire la gara: entrato nel secondo tempo, il capitano biancoverde si procura un calcio di rigore trasformato poi dallo specialista Gaglione, per il classico gol dell'ex. Alioto avrebbe anche l'occasione per pareggiare ma da buona posizione spreca mandando alto, mentre a tempo abbondantemente scaduto sono ancora i padroni di casa ad andare vicini al gol con Marco Caprino che da centrocampo non trova la porta di un niente, con Russo abbondantemente fuori dai pali. Al triplice fischio è festa in casa San Fratello!

"Abbiamo preparato questa partita bene ed abbiamo fatto tutto quello che serviva per offrire una grande prestazione - dichiara il tecnico Emanuele - che ci ha portato tre punti fondamentali in chiave salvezza. Abbiamo giocato contro una squadra forte, ben attrezzata per il salto di categoria, ma oggi i miei ragazzi avevano una marcia in più. Sono stati dei gladiatori in campo, lottando su tutti i palloni con cuore e grinta fino all'ultimo minuto. Onore all'Acquedolci, valido avversario che ha giocato a viso aperto. Un derby che dedichiamo a tutti i nostri tifosi: giocare al Gagliani è uno spettacolo grazie a loro, ma dobbiamo impegnarci maggiormente per fare un ultimo salto di qualità, cercando di fare il tifo solo per noi e mai contro gli altri".   

fonte: calciosicilia

Commenti

Post più popolari