La Settimana Santa tra Sicilia e Andalusia


EVENTI
Per le antiche strade dei borghi, nei giorni di "festa", dolore e fede, a Palermo una mostra con le immagini più suggestive della Settimana Santa in Spagna e Italia, immancabile la "Festa dei Giudei" di San Fratello.

Un rivolo di immagini e preghiere che attraversa tutti i Paesi che si affacciano sul Mediterraneo. E se è vero che le Processioni del Venerdì Santo restano i simboli di una religiosità autentica e complessa, è giusto mettere a confronto e trovare i tratti comuni delle feste di due Paesi cugini.

Questo tenta di fare la mostra fotografica "Pasos e Misteri" che si è aperta venerdì 31 marzo nell'Oratorio dei Santissimi Elena e Costantino a Palermo, organizzata dalla Fondazione Federico II con l'Istituto Cervantes.

La mostra, che ovviamente non poteva non avere tra i principali protagonisti i Giudei e i riti della Settimana Santa di San Fratello, cerca di evidenziare comuni denominatori tra le tradizioni isolane e l'Andalusia.

Due fotografi siciliani e otto spagnoli per una serie di suggestive immagini di riti che hanno radici comuni, 75 fotografie per raccontare una delle maggiori espressioni di cultura popolare del patrimonio storico delle due terre distanti, ma apparentemente molto vicine. Fronde che sventolano, tavole imbandite, falò e processioni di torce, mascheramenti, danze dei fercoli dei Santi o di giganti che rappresentano gli apostoli... i riti della Settimana Santa delle due terre pescano un'esigenza teatrale, parossistica, che diventa manifestazione esterna.

La mostra fotografica Pasos e Misteri, la Settimana Santa in Andalusia e in Sicilia resterà aperta fino a maggio; si può visitare, ad ingresso gratuito, dal lunedì al sabato dalla ore 8,30 alle ore 17, sabato e domenica fino alle 12,30.

Fonte: Simonetta Trovato, Giornale di Sicilia   

Commenti

Post più popolari