Sottoscritto accordo per la gestione dell’Incubatore di Imprese dei Nebrodi


ATTUALITA'
E’ stato sottoscritto Venerdì 7 Aprile dai Sindaci del comprensorio nebroideo, con un incontro presso la sede dell’Incubatore di Imprese dei Nebrodi, una strategia comune per l’implementazione e la gestione della struttura.

Gabriele Onofaro. 
Galati Mamertino. L’Incubatore di Imprese dei Nebrodi verrà gestito dai Sindaci nebroidei con l’intento di creare opportunità per l’avvio di nuove iniziative imprenditoriali nel territorio, connettendole con la ricerca applicata.

La sottoscrizione dell’accordo tra i Sindaci dei Nebrodi rappresenta il primo passo del percorso per la costituzione di un nuovo organismo a partecipazione mista, pubblico/privata, che gestisca in maniera ottimale il contenitore e ne possa garantire la produttività. Tale organismo si attiverà per strutturare interventi progettuali che potranno essere finanziati, a partire dalla programmazione dei fondi comunitari 2014-2020, e più in generale con risorse pubbliche e private.

L’incontro di ieri, promosso e organizzato dall’Amministrazione Comunale galatese, in stretta collaborazione con il Dott. Vincenzo Cordone (esperto in sviluppo locale) e con la presenza del Dirigente dell’Ufficio Tecnico di Galati Arch. Giuseppa Cavolo, è stato accolto favorevolmente dalle Amministrazioni Comunali del comprensorio nebroideo, le quali hanno apposto la propria firma nell’accordo di gestione. Erano presenti infatti tra gli altri alla sottoscrizione dell’accordo, oltre al Sindaco di Galati Nino Baglio, al Vice-Sindaco Vincenzo Amadore, al Presidente del Consiglio Calogero Barone e ad alcuni dei Consiglieri locali, Sindaci e Amministratori di diversi Comuni (nella foto): S. Agata di Militello, Capo d’Orlando, Capri Leone, Caronia, Castell’Umberto, Frazzanò, Longi, Militello Rosmarino, Alcara Li Fusi, Mirto, Piraino, San Fratello, San Marco d’Alunzio e Tortorici.

Interessati alla firma dell’accordo di gestione sono stati anche i Comuni di Castel di Lucio, Mistretta, Motta d’Affermo, Naso, Pettineo, Reitano, S. Stefano di Camastra, Tusa (che rientrano nell’Area Interna Nebrodi) e i paesi di Brolo, Torrenova, Sant’Angelo di Brolo e Ucria.

Grande soddisfazione è stata espressa dal Sindaco galatese Baglio e dal Vice-Sindaco Amadore, che hanno fortemente voluto e coordinato questo primo incontro. “Sono estremamente contento dell’esito di questa giornata e ringrazio i colleghi Sindaci che vi hanno aderito in modo così massiccio” – dichiara il Sindaco Nino Baglio – “siamo convinti e cercheremo di intraprendere tutti gli atti necessari alla realizzazione di un’adeguata strategia per il rilancio competitivo del territorio ricompreso nella coalizione territoriale dei Nebrodi. Infatti puntiamo a promuovere azioni a supporto dei processi di trasferimento tecnologico, di innovazione e della valorizzazione economica del contesto produttivo, secondo un modello centrato sul miglioramento continuo del capitale umano quale risorsa critica per il progressivo sviluppo del territorio“.

“Oggi è un giorno importante per il futuro del nostro piccolo centro montano, ma anche per l’intero territorio” – gli fa eco il Vice-Sindaco Vincenzo Amadore – “l’Incubatore per le imprese dei Nebrodi, con sede a Galati Mamertino, può rappresentare un centro nevralgico per l’intero territorio dei Nebrodi e potrebbe consentire la creazione di sistemi imprenditoriali innovativi, in grado di incrementare l’imprenditorialità locale in settori strategici per la nostra economia”.

Fonte: 98zero.com


Commenti

Post più popolari