Post

Visualizzazione dei post da Febbraio, 2020

2020 S Fratello 10 anni 2a YT

Immagine

Coronavirus, negativi i tamponi per le due famiglie di San Fratello

Immagine

San Fratello speciale 10 anni dalla frana

Immagine

Raccolto pompelmo gigante a Sant'Agata Militello

Immagine
Un pompelmo quasi da guinness dei primati. La pianta da frutto, è stata raccolta in un terreno a Sant'Agata di Militello in provincia di Messina. ”Tutto è successo casualmente – racconta Giuseppe Danisi detto "Pippo", pensionato di 63 anni, amante e appassionato dell'agricoltura. – Ho piantato, allor tempo, un paio di piante di pompelmo in un appezzamento di terreno con lo scopo di poter raccogliere, senza alcune pretese e esigenze, qualche frutto, più che altro per incrementare e infoltire la varietà di piante presenti nel podere. Allorché, in una di queste piante, ho visto che i frutti continuavano a crescere a dismisura a vista  d'occhio”. Poi la sorpresa: “Sono stato assente per andare a trovare i miei figli che vivono nel nord Italia, al rientro, ho notato tanti di questi frutti d'agrume tra i rami, tra cui uno in particolare di dimensioni sproporzionate, e sono rimasto stupefatto. Ho raccolto un pompelmo largo 68 centimetri, alto 23 centimetri e c

Da San Fratello alle porte d’Oriente

Immagine
Dopo le riprese per il Documentario Aleramici in Sicilia, nella splendida cornice del Comune di San Fratello, in provincia di Messina, il viaggio continua e arriva alle porte dell’Oriente. Fabrizio Di Salvo del Circolo Culturale Marchesi del Monferrato, dopo aver ideato e promosso nel 2017, con il compianto amico e collaboratore Roberto Maestri, il  progetto “Aleramici in Sicilia” lo sta ampliando permettendo a questo lavoro di assumere un respiro sempre più internazionale, come la dinastia Aleramica seppe fare a suo tempo, tanto da giungere fino a Istanbul, solo apparentemente una terra distante.  Nell’ambito del progetto “Le Vie Aleramiche, Normanno-Sveve” - un progetto nel progetto - nato con la collaborazione di Anna Placa del Club UNESCO di Piazza Armerina, e del quale anche il promotore del progetto Fabrizio Di Salvo è socio onorario, era necessario seguire la traccia lasciata dagli aleramici in tutta Europa.  Perché “Le Vie Aleramiche, Normanne e Sveve” coinvolge di

Nassiriya ... per non dimenticare

Immagine

Premiata la scorta dell'ex presidente del Parco dei Nebrodi

Immagine

Sur les traces de Benoît Le Maure, le saint noir sicilien

Immagine
Le photographe Nicola Lo Calzo s’est rendu à San Fratello, en Sicile, lors de l’hommage annuel rendu à saint Benoît le Maure, fils d’esclaves africains né dans la bourgade en 1524. Une figure à travers laquelle il évoque la condition des migrants africains en Sicile.  Jérôme Gautheret. C’est une étrange procession qui se déroule tous les ans en septembre, à San Fratello, non loin de Messine, en Sicile. La statue d’un moine noir de peau en costume franciscain, l’Enfant Jésus dans les bras, est portée dans les rues de la petite ville par des hommes en chemise blanche, en signe d’action de grâces. Combien, parmi les participants, connaissent la véritable histoire de celui qu’on appelle ici Binidittu (San Benedetto il Moro en italien, saint Benoît le Maure en français) ? Bien peu sans doute, car, hors des endroits où il a vécu, l’Église italienne a longtemps cherché à refréner le culte voué à ce saint atypique devenu subversif malgré lui. Le photographe italien Nicola Lo Calzo