Elezioni amministrative, si vota il 21 e il 22 aprile

La giunta regionale ha stabilito la data delle elezioni comunali e provinciali.


Sarà tutta una lunga tirata elettorale quella che interesserà la Sicilia da Febbraio ad Aprile. Dopo il voto per le politiche nazionali del 24 e 25 febbraio, infatti, i tornelli della campagna elettorale continueranno a girare fino al 21 e 22 Aprile, data scelta per le elezioni amministrative.

La decisione è stata presa dal presidente della Regione Crocetta, scatenando una serie di polemiche a catena, in primo luogo per l’abbandono, vista l’insufficienza dei tempi per l’entrata in vigore, del progetto di riforma elettorale che riguarda le province.

La tornata elettorale di Aprile vedrà in primo piano la battaglia per il rinnovo della presidenza della Provincia di Messina e del consiglio provinciale, con la bagarre tra gli schieramenti che è già iniziata e che inevitabilmente risentirà dell’onda lunga delle elezioni politiche di Febbraio. In provincia di Messina ad Aprile si voterà anche per il rinnovo di 34 amministrazioni comunali. Oltre alla città di Messina, commissariata da tre mesi, si andrà alle urne anche a Castell’Umberto, Floresta, Frazzanò, Militello Rosmarino, Pace del Mela, San Filippo del Mela, Santa Lucia del Mela, San Fratello, Taormina, Terme Vigliatore, Tusa e Ucria.

A San Fratello  cominciano a circolare le voci sui possibili candidati sia per la carica di sindaco, sia per ottenere un posto al consiglio. Attualmente l’unico a comunicare la sua candidatura è stato il sindaco uscente Salvatore Sidoti Pinto. La sensazione è però che entro la fine del carnevale potrebbero uscire allo scoperto gli altri candidati. Secondo indiscrezioni sarebbero almeno altri due, entrambi già impegnati in politica nel passato. La campagna elettorale sanfratellana entrerà nel vivo subito dopo le elezioni nazionali.

fonte: Am Notizie


Commenti

Post più popolari