Quel miraggio chiamato “Museo di Apollonia”

Il Santuario dei Tre Santi potrebbe diventare anche un museo ellenico.

II Santuario dei Tre Santi Alfio, Filadelfio e Cirino, monumento di interesse nazionale che si trova alle pendici del Monte San Fratello e al centro di una vasta area archeologica, che recenti studi hanno confermato essere la sede dell’antica Apollonia di Sicilia.

Tra il 2003 e il 2005 una serie di scavi archeologici hanno riportato alla luce alcuni ruderi dell’antica città ellenica e una serie di oggetti e monete. Alcuni di questi sono conservati presso i locali dell’ex-municipio in piazza Ricca Salerno, ma gran parte del materiale si trova a Patti.
Questo materiale appartiene a San Fratello, ma il paese dei Tre Santi non ha locali adatti per poter ospitare tutti i reperti. Dal 2005 nonostante i solleciti, non è stato fatto nulla per realizzare un museo dell’antica città. Pensiamo che l’antico Santuario sarebbe l’ideale per poter fungere da sede per i reperti di Apollonia e diventare, quindi, anche un museo ellenico.



Non ci sarebbe neppure da affrontare la spesa del personale, visto che l’area archeologica Apollonia è già ben custodita, anche se  - altra anomalia - non sarebbe fruibile ai turisti. Inoltre, non godono della necessaria visibilità né i ruderi dell’antica città, né i locali adibiti a museo. Infatti, manca anche la segnaletica più semplice e le informazioni per i passanti, che ignari attraversano il territorio di San Fratello.
Il paese di San Fratello dovrebbe sfruttare questa ricchezza archeologica, visto che si punta al turismo per ottenere sviluppo del territorio ed evitare l’abbandono della popolazione.    

Commenti

  1. SECONDO ME SAREBBE UN'OTTIMO TRAMPOLINO DI LANCIO PER L'ECONOMIA DI SAN FRATELLO ,UNA RICCHEZZA DEL GENERE DEVE ESSERE VALORIZZATA PER DARE UN RISCATTO MORALE E CULTURALE A QUESTO BEL PAESE TANTO MARTORIATO...

    RispondiElimina
  2. a san fratello non siamo mai stati capaci di valorizzare niente e l'erba del vicino è sempre migliore

    RispondiElimina
  3. giuseppe fulia11 marzo 2013 10:21

    sicuramente se ne parlerà in campagna elettorale. ma parlarne non basta, serva programmazione e progettualità.Quello che è mancato fino ad oggi. Speriamo che il futuro possa riservare rinascita e splendore anche ad Apollonia

    RispondiElimina
  4. Se è vero quello che c'è scritto che le nostre cose si trovano a Patti è una cosa assurda. Ma ci vuole tanto a realizzare due stanze a museo? Ci sono 2000 case chiuse in paese. perché le cose più semplici da noi diventano le più difficili? me lo sono sempre chiesto

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari