Elezioni, in attesa delle liste dei candidati

La rinuncia di Ricca potrebbe aprire le porte alla candidatura di Reitano.


L’assessorato regionale alle autonomie locali ha diramato ufficialmente il decreto di convocazione dei comizi elettorali per le elezioni amministrative del 9 e 10 Giugno.

Tra le novità di questa tornata elettorale dovrebbe esserci la doppia preferenza di genere, in pratica sarà possibile dare tre preferenze: una per il candidato a sindaco e due per i consiglieri, purché siano un uomo e una donna. Qualche dubbio su questa scelta è stato sollevato dai centri più piccoli che potrebbero essere condizionati dalla candidatura e successiva elezione di due esponenti in qualche modo legati in parentela, aumentando il rischio del già elevato conflitto di interessi che regna nei piccoli centri.

Un altra novità è legata alla maggioranza in consiglio che dovrebbe essere agevolata con qualche consigliere in più rispetto alla minoranza, per garantire più forza politica ai vincitori.

Bisognerà aspettare ancora qualche giorno e sapremo anche a San Fratello l’elenco ufficiale dei candidati al consiglio che sosterranno – salvo sorprese dell’ultim’ora – i due aspiranti candidati a ricoprire la poltrona di sindaco: l’uscente Salvatore Sidoti Pinto e lo sfidante Mario Francesco Fulia.


Secondo le ultime indiscrezioni l’uscita di scena del terzo candidato, Giuseppe Ricca, potrebbe in qualche modo sollecitare la candidatura di Antonino Reitano, resta da vedere se quest’ultimo deciderà di correre da solo o - come alcune voci sosterebbero - in appoggio a uno dei due candidati, si parla nello specifico di un avvicinamento alla lista dell’attuale sindaco Sidoti.

I cittadini attendono inoltre i programmi politici dei candidati, in modo da poter valutare attentamente le direzioni politiche delle liste in corsa.

Intanto si preannuncia una calda campagna elettorale, sperando che dal palco in piazza Monumento le proposte concrete, le idee di sviluppo e i programmi realizzabili per uscire dalla crisi, avranno la meglio sulle dicerie, le accuse infamanti, i pettegolezzi e le idee irrealizzabili che troppo spesso sono state decantate negli anni passati. [C.E.]      

Commenti

  1. [C.E.] ti sei perso qualche puntata... Ti consiglio di aggiornarti!!

    RispondiElimina
  2. vedo che non siete aggiornati in merito agli sviluppi della campagna elettorale, vedrete che fra oggi e domani ci saranno tante sorprese che lasceranno con la bocca aperta che ha già cantato vittoria in merito alle squadre che scenderanno in campo per le elezioni amministrative

    RispondiElimina
  3. Sorprese sorprese sorprese!!!!!!!!
    Sento questa parola troppo spesso in bocca alla gente e ora anche qui su face book.
    Finiamola va!!!!!! Se non è mimì e cocò
    chi ha orecchie per intendere intenda

    RispondiElimina
  4. Per l'appunto!!!! Dove sono queste SORPRESE tanto decantate? Ho sentito in giro certi nomi che di sorpresa e novità non hanno proprio niente...Vecchi volponi della politica designati come assessori, figli di altri volponi candidati come consiglieri....Ripeto: queste sarebbero le SORPRESE? Ma finiamola, per cortesia!

    RispondiElimina
  5. Antonino EMANUELE20 aprile 2013 21:34

    Non rispondo da anonimo, anche xkè sono un potenziale candidato della lista FULIA. Sicuramente molti sono dei vecchi volponi, ma è sempre la solita minestra riscaldata e penso che molti cittadini di San Fratello l'hanno capito che è arrivato il momento di cambiare.

    RispondiElimina
  6. Risposte
    1. Se lo dici tu sicuramente hai ragione, sei un'esperto in stonzate

      Elimina
  7. dott. Ricca non si faccia intimorire dalle lingue sanfratellane!!lei è l'unico capace di dirigere il paese...questi nuovi candidati sono solo pupazzetti in mano a pupari!!

    RispondiElimina
  8. Poveri sanfratellani, guardando dall'esterno e dall'estero lo stato in cui versa il mio paese mi viene da piangere. Ma dico io, come fate ancora dopo tante delusioni, dopo i vari inciuci, dopo i coperchi che si sono fatti a vicenda, dare fiducia a Ricca, Sidoti e Reitano. Hanno governato portando il paese allo stato in cui è attualmente, perchè ognuno di loro veniva mandato al comune solo per aggiustare alcuni affari nei quali erano tutti implicati. Fate attenzione, tornate un pochino indietro con la mente e capirete. In quanti casi il comune di San Fratello si è costituito parte civile in merito a cause che riguardano ex amministratori? Alla fine pagate voi voi voi voi voi voi voi voi. Pregherò per voi. Se cambierà qualcosa potrò anche tornare nel mio amato paese. Sennò vi auguro buona fortuna.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non credo che te ne sei andato da San Fratello per la situazione politica degli anni passati. Forse perchè hai trovato lavoro altrove. Certo non si può pretendere che la politica dia posti di lavoro come se fossero cioccolatini.Il lavoro bisogna inventarselo da soli. Quello che manca a noi sanfratellani è la mentalità imprenditoriale, aspettiamo tutti la manna dal cielo.Tutti pretendiamo dalla politica ciò che ognuno di noi non riesce a fare in proprio. Detto questo vorrei ricordare a chi ha memoria corta, alcuni dei lavori fatti dall'amministrazione Ricca, dico alcuni perchè tutti è impossibile ricordali ed elencarli. Cito solo i più importanti: i lavori fatti in c.da villaggio con la ristrutturazione dei fabbricati ed il potenziamento dell'illuminazione; la ristrutturazione delle case popolari in via cirino Scaglione; l'apertura della villa comunale; il completamento del municipio; il consolidamento in c.da schiena; l'apertura della strada sempre in c.da schiena ( dove si svolgeva la fiera del bestiame); l'apertura della strada che porta alla chiesa Madre; la trasformazione dell'edificio scolastico in c.da rocchette in centro culturale e relativi lavori anche nelle strade adiacenti; l'apertura della via di fuga della strada San giorgio; la sistemazione di tante strade di campagna; la realizzazione dello spazio ( per intenderci sotto casa del Prof. Rotelli)adibito a "villa" che era in totale abbandono;l'illuminazione fotovoltaica dalla posta al rifornimento; l'arredo urbano; la via Generale Artale; per non parlare poi dei P.O.P. dove lavoravano decine di padri di famiglia; la realizzazione della base antincendio con relativo elicottero in c.da Ciccardo; e tanti, tanti altri piccoli interventi sul territorio, che come detto è impossibile elencare. Voglio ricordare che la realizzazione di tutte queste opere, ha portato a San Fratello lavoro a centinaia di sanfratellani ed un certo benessere in tutto il centro nebroideo.
      Per favore elencatemi cosa ha fatto questa amministazione, se non completare ciò che aveva lasciato incompiuto(per scadenza di mandato) l'amministrazione precedente.

      Elimina
    2. Sono daccordo con te, io sono andato via perchè qui non c'era lavoro purtroppo. Concordo quando dici che ha portato a San Fratello lavoro a centinaia di sanfratellani ed un certo benessere in tutto il centro nebroideo. Però visto che ti ricordi bene quello che di positivo ha fatto dando lavoro, dall'altra mano ha tolto gli stessi soldi, non costituendosi parte civile verso i Signori che all'epoca del PSI fecero piazza pulita, ricordi? Con questo voglio solo dire, che le mie parole sopra riportate, non lo sono per caso, vedi commento 22 aprile 2013 08:03.

      Elimina
    3. Molte di quelle opere sopra citate, sono state soltanto completate dall'amministrazione Ricca, in quanto lei ben ricorda quanto è stato fatto in quel periodo, ma non ricorda bene, che molti di quei lavori, erano frutto di precedenti amministrazioni ... Ne cito soltanto 2 come esempio lampante, "potrei elencarne molte altre"... ...La villa comunale e l' attuale municipio... Sono opere che sono state portate a compimento e non (realizzate) dall'amministrazione Ricca...Quindi credo che si debba attribuire ad ogni amministrazione il proprio operato, senza mettere in cattiva luce o allo stesso modo elogiare il lavoro svolto, in base alla propria appartenenza politica...



      Elimina
  9. All'anonimo dell'ore 11:04 del 22/04, che ne pensi del progetto "Siriana"? ideato o inventato dall'amministrazione precedente!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che ne pensi invece del progetto autonoma sistemazione........??????

      Elimina
  10. Il sonno, il sonno è ciò che i Siciliani vogliono ed essi odieranno sempre chi li vorrà svegliare, sia pure per portare loro i più bei regali; e.. sia detto tra noi, ho i miei forti dubbi che il nuovo regno d'Italia abbia molti regali per noi nel bagaglio. Il clima si vince, il ricordo dei cattivi governi si cancella, i Siciliani vorranno migliorare; se gli uomini onesti si ritirano, la strada rimarrà libera alla gente senza scrupoli e senza prospettive, e tutto sarà di nuovo come prima, per altri secoli.
    i Siciliani non vorranno migliorare per la semplice ragione che credono di essere perfetti.
    La loro vanità è più forte della loro miseria.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari