Pista pedonale-ciclabile a San Fratello, sarà possibile?

Il territorio godrebbe di vantaggi ben conosciuti.


di CARMELO EMANUELE
È possibile realizzare una pista pedonale-ciclabile a San Fratello? La promozione di forme di mobilità urbana eco-compatibili e non inquinanti e, allo stesso tempo, l’individuazione di un’area che possa permettere a tutti i cittadini di svolgere attività di svago, sportive e ricreative all'aria aperta rappresenta una delle tante scommesse che nessuno finora è riuscito a vincere.

Eppure, nonostante i paesi di montagna spesso siano sfavoriti a causa principalmente del territorio non omogeneo, il nostro territorio fa eccezione e vanta un profilo urbano molto vantaggioso per la realizzazione di una struttura del genere.


Come riporta la cartina sopra, dal punto 1 al punto 2 si potrebbe creare una pista di 1600 metri circa. Anche l’alternativa dal punto 3 al punto 4 sarebbe fondamentale, nonché di costo inferiore visto che la strada è già asfaltata e il percorso non supera gli 800 metri. Quest’ultima alternativa però potrebbe incentivare il giro in bici di tutto il centro abitato (senza la necessità delle barriere dove ci sono le abitazioni) poiché da piazza portella, passando per le vie centrali fino a piazza Federico II, tornando indietro lungo la via Cirino Scaglione e così via… la pendenza è irrilevante, paragonabile a tante città sulla costa, e la lunghezza del circuito varierebbe di alcuni chilometri.

  
L’obiettivo di costituire un itinerario ciclabile sicuro e facilmente riconoscibile porterebbe in breve eventi sportivi e ricreativi associati ad esso, ma darebbe impulso in futuro a creare un sistema continuo di connessioni urbane ed extraurbane (basti pensare al bellissimo bosco di San Fratello) per incoraggiare la mobilità ciclabile o pedonale come valida alternativa ecologica all'uso dei veicoli a motore, con notevoli vantaggi ambientali e di salute dei cittadini. Senza dimenticare la grande valorizzazione del territorio comunale attraverso la creazione di percorsi che abbiano anche valenza paesaggistica e ambientale, nonché la promozione degli interventi di riqualificazione urbana, delle attività sportive all’aria aperta e il rafforzamento del "senso di appartenenza" alla propria città.

Commenti

Post più popolari