4 novembre, si ricordano i caduti in guerra

di CARMELO EMANUELE.
Nella giornata di ieri si è svolta a San Fratello la commemorazione dei caduti di tutte le guerre, nonché giornata delle Forze Armate. 

L’organizzazione dell’evento a cura dell’amministrazione comunale ha visto la partecipazione dei rappresentanti dell’arma di San Fratello, l’istituto Comprensivo di Acquedolci/San Fratello, la Parrocchia della Chiesa Madre, le storiche Società (che hanno svolto il mutuo soccorso in passato) Operaia, Militari in congedo e Pastori, e la nuova associazione bandistica.

Quest’ultima si è esibita lungo le strade cittadine in sostituzione della fanfara della Società Militari, impossibilitata a causa dell’assenza di una sede per le prove dei musicanti. 

Una mancanza per gli ormai noti problemi “personali” fra la stessa Società, l’amministrazione e l’associazione bandistica. A tal proposito, da primo rappresentante della Società Militari, mi assumo la parte spettante di responsabilità chiedendo pubblicamente scusa alla cittadinanza per la mancata esibizione della “fanfara della Societa’ Militari in congedo”.

La fanfara non è un istituzione, ma un’attività della stessa storica associazione rifondata il 20 maggio del 1900. Anche la fanfara dei giudei non esiste, è stata formata dalla stessa Società per le esibizioni fuori San Fratello, in modo da promuovere la nostra Settimana Santa.

Commenti

Post più popolari