Il capolavoro di Eleonora Bordonaro

Una divina interpretazione del gallo-italico cantato, "Suogn to mar" (sono nel mare).



Eleonora Bordonaro, accompagnata dall'Orchestra Popolare Italiana, canta una antica composizione in gallo italico, il dialetto ancora parlato a San Fratello (ME). Concerto all'Auditorium Parco della Musica di Roma. Dicembre 2013.

Sono piacevolmente sorpreso per questa bellissima interpretazione “trobadorica” di un pezzo, forse il più bello, di poesia sanfratellana del passato (l'autrice dei versi Serafina Di Paola è dell’Ottocento). Nonostante la difficoltà che incontra il dialetto di San Fratello ad essere messo in musica, come ho avuto modo di osservare nel saggio introduttivo al mio “I primi canti lombardi di San Fratello”, qui l’operazione è riuscita.
Un plauso al compositore che ha messo i versi in musica e alla Bordonaro che, nonostante gli sforzi di pronuncia, ha voluto rendere omaggio al nostro dialetto. [Benedetto Di Pietro]

per maggiori info su Eleonora Bordonaro: "www.eleonorabordonaro.com"


LONTANANZA
Serafina di Paola  San Fratello 

Suagn ‘nti mari e pain di tant abiss,
hua ù carar mia ‘ntra teng alas,
Ch’ daleur o mi cuar si savis,
suogn duntan di tu du mila pas!
Iecula mi facios si ja purros,
e tutti li pain mai ti cuntas;
O zieu, o terra, o Dia chi ti vudos
Aund assai, vita maja, cam ti la pas? 

Sono in mare al fondo degli abissi 
Ho il cuore pieno di malinconia 
Ah se sapessi come mi duole il cuore!
Son lontano da te duemila passi 
Aquila mi farei s e potessi 
E ti conterei tutte le mie pene!
O cielo, o terra, o Dio (almeno) ti vedessi!
Dove sei, vita mia come stai? 

dalla raccolta CANTI POPOLARI SICILIANI di Vigo

Commenti

Post più popolari