"Proverbi Sanfratellani", la peculiarità della parlata galloitalica di San Fratello nel confronto con la lingua siciliana e con la lingua italiana

Salvatore Mangione e Angelo Santaromita Villa hanno presentato il volume nel salone del Museo Latteri a San Fratello.


È pubblicato dalla Casa Editrice Armenio di Brolo (Me), e si trova già distribuito nelle librerie, il volume “Proverbi Sanfratellani” dei Prof.ri Angelo Santaromita Villa, Preside, e Salvatore Mangione, docente di Storia e Filosofia.

Il libro, centoventi pagine, carta avorio patinata, corredato di fotografie storiche originali, contiene proverbi espressi nel dialetto gallo-italico di San Fratello, raggruppati in ordine alfabetico, con il corrispondente proverbio in lingua siciliana ed in italiano ed inoltre, ove occorrente, con relativa spiegazione e con varie curiosità. La presentazione del volume “Proverbi sanfratellani” si è svolta sabato 12 aprile 2014 nel Salone del Museo Ermenegildo Latteri di San Fratello.


In questa opera gli autori vogliono evidenziare la peculiarità della parlata gallo-italica di San Fratello nel confronto con la lingua siciliana e con la lingua italiana, attraverso i proverbi, i modi di dire, le massime, gli adagi comuni ai tre idiomi. 


Inoltre intendono contribuire a perpetuare questo patrimonio linguistico e culturale, essendo convinti che le vere e genuine parlate locali e l’appartenenza ad un’area di comuni tradizioni e valori rappresentano lunghe condizioni di vita e di storia.

Il volume contiene anche notizie sulla nascita e lo sviluppo del galloitalico in isole linguistiche in Sicilia, note di fonetica, normativa relativa, ampie sitografia e bibliografia, nonché un excursus storico, architettonico e paesaggistico attraverso fotografie originali d’epoca. [fonte: Nebrodi e Dintorni; foto: Calogero Mangione]

Commenti

Post più popolari