Cirino Mazzullo nuovo assessore nella giunta Fulia

Prende il posto di Salvatore D'Ambrogio, e aumenta la popolazione degli "stranieri".

di Carmelo Emanuele.
E’ Cirino Mazzullo, 41 anni agronomo, il nuovo assessore del Comune di San Fratello. Lo ha nominato il sindaco, Mario Francesco Fulia, al posto del dimissionario Salvatore D’Ambrogio. Alla prima esperienza politica, il dott. Mazzullo rileverà le deleghe lasciate da Salvatore D’Ambrogio, dimessosi per motivi lavorativi a fine settembre. Il neo assessore si occuperà dunque di lavori pubblici, urbanistica, agricoltura e protezione civile.


Ma a poche ore dalla notizia già giungevano tramite mail alcune perplessità dei cittadini Sanfratellani. Nulla a che vedere con la serietà, la professionalità o la competenza del neo-assessore, diversamente veniva segnalato l’ingresso dell’ennesimo “straniero” nel palazzo comunale di San Fratello. E facendo due conti oggi, la situazione è a dir poco “bizzarra”, anche se poi c’è davvero poco da ridere:


Il sindaco Fulia è residente a San Fratello, ma tutti sanno che la sua dimora abituale non è nella città natale di San Benedetto il moro; il vicesindaco Carroccetto, ha scelto la vicina Acquedolci per vivere; l’assessore Ghitti e il neo assessore Mazzullo ci vivono già stabilmente… ad Acquedolci intendiamo.
Anche l’ex-assessore Salvatore Mangione è ormai santagatese da anni. 

Eppure amministrare un paese dove si è scelto di non vivere è già una grossa contraddizione! Perché per vari motivi la scelta di andare via è spesso figlia della mancanza di fiducia nel futuro del territorio, a maggior ragione quando si decide di andare a pochi chilometri nei paesi limitrofi: “Con questa scelta avete già fatto un danno al vostro paese, privandolo di un nucleo familiare!”.

E la musica non sembra cambiare neppure se guardiamo ai maggiori oppositori dell’attuale amministrazione, perché i due consiglieri indipendenti Bettino Bosco e Antonio Scianò sono rispettivamente residenti ad Acquedolci e a Sant’Agata di Militello, così come è residente a S. Agata il consigliere Benedetto Reale.

Cirino Mazzullo è quindi solo l’ultimo di una lista che potrebbe perfino allargarsi nei prossimi anni, visto che l’idea di continuare a sentirsi sanfratellani anche quando si vive fuori dal territorio sembra andare ormai di moda. Ma dal punto di vista anagrafico, e soprattutto sotto il profilo economico, San Fratello avrebbe necessità di cittadini veri e non presunti; Sanfratellani pronti a fare “Sacrifici” pur di restare attaccati a questo spicchio di terra sudata e donata dai nostri avi; e non ex-sanfratellani pronti invece a “Chiederli” i sacrifici ai cittadini rimasti attorno alla Roccaforte, nella romantica e malinconica attesa della rinascita (degli altri!). Detto ciò… buon lavoro al nuovo assessore!  

Commenti

Post più popolari