Pagamento IMU residenti all’estero

L’Amministrazione Comunale comunica alla cittadinanza che per il 2014 i residenti all’estero sono tenuti a pagare l’IMU. Per l’anno in corso, infatti, non è consentito ai Comuni assimilare l’immobile posseduto da questi contribuenti all’abitazione principale. 

Lo si evince in seguito alle recenti modifiche introdotte alla disciplina dell’imposta municipale con il decreto legge 47/2014 convertito in legge 23 maggio 2014 n.80 art. 9 bis.

Dal 2015, invece, i residenti all’estero potranno fruire dell’esenzione per un’immobile posseduto in Italia purché non locato o dato in comodato. Il beneficio sarà limitato solamente a coloro che risultino pensionati nei rispettivi paesi di residenza.

In base alle modifiche normative contenute nel nuovo decreto, i Comuni non possono assimilare all’abitazione principale l’immobile posseduto dai cittadini italiani residenti all’estero (A.I.R.E.).

L’agevolazione spetta, ex lege, ai residenti all’estero solo a partire dal 2015. Dunque solo dal prossimo anno scatta il regime di esenzione, che però è limitato ai residenti all’estero già pensionati e non sarà estesa al resto dei soggetti tenuti a pagare l’imposta così come prevede la normativa nazionale.

Si precisa, inoltre, che il beneficio può essere esteso ad un solo immobile, considerato abitazione principale, posseduto a titolo di proprietà o usufrutto.

Fonte: L’Amministrazione Comunale

Commenti

Post più popolari