San Fratello, nuove crepe ma nessun allarme

La Protezione civile monitora via Taormina.

di Giuseppe Romeo.
Preoccupanti fessure sono apparse nelle scorse settimane nei muri di alcune abitazioni di via Taormina a San Fratello, ma per la Protezione civile la situazione è sotto controllo e non c’è alcun allarme. 

Si tratterebbe di piccoli spostamenti, pochi millimetri misurati con i fessurimetri appositamente installati, attribuibili agli assestamenti del terreno anche in conseguenza dell’entrata a regime dei pozzi nella zona a valle. Ad allertare il locale presidio i residenti in particolare di un’abitazione di via Taormina, poco sopra uno dei fronti di pozzi in fase di ultimazione. 

Piccole crepe si sarebbero quindi evidenziate anche in un paio di case limitrofe. I tecnici della protezione civile si sono subito mobilitati, coordinati dal geometra Alessandra Battaglia e su indicazione del direttore dei lavori ingegnere Angelo Benedetto Alferi, installando gli appositi fessurimetri, per misurare l’ampiezza e l’eventuale aggravamento delle fenditure nei muri. I tecncico hanno quindi prontamente verificato i sistemi di monitoraggio Gps, attivi sin dai mesi successivi alla grande frana del 2010, confermando l’assenza di alcun movimento di rilievo. 

A San Fratello nei giorni scorsi anche il professore Guido Umiltà, geotecnico incaricato dalla stessa protezione civile e componente del nucleo di esperti interessati nei lavori di messa in sicurezza. Il sopralluogo ha permesso di verificare quanto accaduto e suggerito di installare gli apparecchi sia all’esterno che all’interno. “Non c’è alcun allarme né emergenza – dichiara sicuro il geometra Alessandro Battaglia della Protezione civile regionale –. Ci siamo prontamente mossi con le dovute verifiche in seguito alla segnalazione dei residenti e monitoriamo costantemente la situazione che allo stato attuale risulta sotto controllo”. Di concerto con la direzione regionale del dipartimento di protezione civile, a San Fratello saranno intensificati il monitoraggio del terreno ed il rilevamento gps.

Fonte: amnotizie.it

Commenti

Post più popolari