Calcio, L’ultimo atto di una stagione avvincente. Finale tra Real Pettineo e San Fratello per la promozione in Seconda Categoria

Domenica 26 aprile a Pettineo la finalissima per l'ultimo posto in Seconda Categoria. Il Real Pettineo parte da grande favorito, ma il San Fratello è una squadra in crescita.

Sale l’attesa per la finalissima di domenica 26 aprile che si giocherà a Pettineo, e che vedrà opposti i padroni di casa alla matricola San Fratello. Quello di domenica è l’ultimo atto stagionale 2014/2015 della Terza Categoria del distretto di Barcellona. In palio l’ultimo posto disponibile per accedere al campionato di Seconda Categoria.

Grande favorito per la promozione è il Real Pettineo, che si è sbarazzato nella semifinale di domenica scorsa dello Sporting Mistretta vincendo 2 a 1 fra le mura amiche, e che nella finalissima avrà a disposizione due risultati su tre, infatti alla formazione di casa basterà anche il pareggio per approdare in Seconda Categoria. Il San Fratello invece dovrà solo vincere per conquistare la promozione. La matricola sanfratellana, a sorpresa, ha avuto la meglio del Green Tusa in semifinale, vincendo con un secco 3 a 0 fuori casa.


QUI PETTINEO
E’ prevista una grande affluenza di pubblico al comunale di Pettineo. Per i padroni di casa, che sperano di tornare in seconda categoria dopo qualche anno nel purgatorio della Terza, si tratta della seconda finale playoff consecutiva, dopo quella della scorsa stagione terminata 0 a 0 ad Acquedolci, una beffa per il Real Pettineo che nonostante una grande prova ha visto la promozione degli aquedolcesi poiché piazzati meglio nella classifica finale del campionato. Quest’anno il Real Pettineo, già favorito alla vigilia per la vittoria del torneo, affronta la finale con uno spirito diverso. La società allenata dal giovane Marcello Urbano sente aria di promozione grazie ad un gruppo consolidatosi da ormai diversi anni, e ben consapevole della grande occasione di giocare la finalissima in casa, con la spinta dei propri sostenitori e con l’ulteriore vantaggio di un miglior piazzamento nella classifica finale.


QUI SAN FRATELLO
Anche a San Fratello c’è molta attesa per la finale di domenica prossima, e saranno in tanti i tifosi al seguito della squadra, chiamata dopo aver sbancato Tusa nella difficile impresa di espugnare anche Pettineo, per salire in seconda categoria, realizzando un autentico miracolo sportivo cinque anni dopo le note difficoltà del centro abitato alle prese con il dissesto idrogeologico che aveva causato l’estinzione del calcio, mettendo seriamente a rischio l’esistenza stessa del paese. La matricola neroverde, assemblata con orgoglio appena pochi mesi fa in mezzo alle ferite di quel disastro, dopo un buon inizio di stagione ha avuto un periodo di appannamento in campionato, ma grazie ad un finale di stagione in crescendo è riuscita ad acciuffare all’ultima giornata un insperato posto ai playoff. Da quinta in classifica e senza troppi calcoli la formazione sanfratellana ha vinto con un gioco convincente la semifinale e si presenta a Pettineo sperando di infrangere il tabù statistico riservato alle quinte classificate in campionato, mai vincitrici dei playoff.

DUE PIAZZE DA CATEGORIA SUPERIORE
La finale inizierà alle ore 16,00 presso il Campo Comunale di Pettineo, nella speranza di assistere ad una bella sfida tra due promettenti formazioni che meriterebbero entrambe la promozione. Pettineo e San Fratello, paesi talmente simili per la passione verso il calcio da essere sicuri che, in serata, mentre in uno dei due centri esploderà una festa che coinvolgerà l’intera comunità, nell’altro si comincerà già a preparare un nuovo assalto alla promozione per la prossima stagione.   

Commenti

Post più popolari