Operai subito al lavoro per prevenire gli incendi in Sicilia

Caleca: "E' il mese della ripartenza del lavoro in agricoltura". 

A seguito dell’approvazione della Legge finanziaria, e in attesa che la stessa venga pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale, l’Assessore Regionale dell’Agricoltura Nino Caleca ha emanato tre direttive con le quali chiede al Dipartimento dello Sviluppo Rurale, ai Commissari dei Consorzi di Bonifica ed al Commissario dell’ESA di attivare tutti gli atti di loro competenza per consentire l’immediato avvio delle attività di prevenzione antincendio che comprende l’avvio al lavoro degli addetti stagionali al servizio.

“Maggio è il mese della “ripartenza” del lavoro in agricoltura – afferma l’Assessore Nino Caleca. A differenza degli anni precedenti, caratterizzati da ritardi, incertezze e mancanza di copertura finanziaria, quest’anno riusciremo ad avviare tutti gli operai al lavoro entro i tempi regolamentari consentendo a tutto il personale utilizzato nelle attività di prevenzione incendi e fornitura servizi di tutela del territorio di raggiungere le garanzie occupazionali previste per legge nel rispetto delle esigenze di salvaguardia ambientale. E’ un grande passo avanti – sostiene l’assessore Caleca. La buona cura e la custodia delle aree a rischio incendio diventa necessaria per tutelare l’incolumità delle aziende e dei terreni e per contrastare il rischio di dissesto e di desertificazione. Riuscire a coniugare le esigenze lavorative all’interno di una progettualità che garantisce sviluppo economico è un preciso obiettivo della Giunta regionale”.

Novità legata alla finanziaria di quest’anno è quella di avere inserito il concetto di iniziative a progetto con copertura dei costi a valere sui fondi europei. Grazie a questa previsione il personale utilizzato non sarà più impiegato esclusivamente secondo le vecchie logiche occupazionali legate alle giornate lavorative, ma avvia un ragionamento di programmazione basato su progetti che hanno come obiettivo primario quello di tutelare e valorizzare il territorio siciliano che diventa, così, elemento che produce innovazione, reddito, occupazione.

In particolare, per quanto riguarda i servizi collegati alla tutela del territorio rispetto al rischio incendi, l’assessore ha disposto che gli uffici attivino tutte le iniziative di prevenzione passiva, quali la ripulitura del sottobosco, la creazione dei viali parafuoco, la messa a punto delle torrette di avvistamento, che costituiscono le pre­condizioni necessarie a prevenire e contrastare il rischio incendi. Per la prevenzione attiva l’Assessore Caleca ha disposto che i propri uffici – di concerto con il Comando del Corpo Forestale ­ attivino tutte le operazioni necessarie a garantire l’inizio della campagna antincendio a partire dal 15 giugno 2015.

Stesso impegno l’assessore Nino Caleca ha richiesto al Commissario dell’Esa riguardo l’avvio dell’iter amministrativo per l’assunzione del personale addetto alla meccanizzazione. Per quanto riguarda la campagna irrigua 2015 i Commissari dei Consorzi di Bonifica dovranno consentire l’immediato avvio di tutte le iniziative necessarie a garantire la fornitura dei servizi agli agricoltori assumendo, come previsto dalla legge finanziaria, il personale necessario a consentirne la fornitura dei servizi.

fonte: blogsicilia.it 

Commenti

Post più popolari