Si preannuncia una Seconda Categoria entusiasmante

L’11 ottobre parte il torneo, nel Girone C favorite Halaesa Castel di Tusa, Rosmarino e Nebrodi S. Agata, si stanno rinforzando anche Acquedolci e Alcara. Suscitano curiosità le due matricole Nuova Torrenovese e San Fratello.

di Antonio Longo.
La Lega Dilettanti ha comunicato le date delle prime giornate dei campionati regionali. Domenica 11 ottobre partiranno i tornei di Seconda Categoria sull’isola. Sono attualmente 124 le società di Seconda Categoria in tutta la Sicilia, ma il numero è destinato inesorabilmente a scendere, da una parte per i ripescaggi nel campionato di Prima a causa dei fallimenti che stanno colpendo diverse società siciliane dall’Eccellenza in giù; e dalla’altra perché alcune delle stesse società di seconda categoria che figurano nelle griglie LND rischiano di non iscriversi per mancanza di fondi. Per il Comitato Regionale sarebbe già un successo mantenere i numeri dello scorso campionato, con 11-12 formazioni distribuiti nei 10 gironi.

Anche se siamo in piena estate, le voci di calciomercato impazzano in tutte le categorie ed è già tempo di fare alcuni bilanci. Promette scintille il campionato di Seconda Categoria Girone C, zona Messina-Palermo tirrenica per intenderci. Tra le squadre candidate alla promozione ci sarà sicuramente l’Halaesa Castel di Tusa (nella foto una formazione dello scorso campionato), che secondo le ultime indiscrezioni ha già in atto una mini-rivoluzione che porterà due-tre pezzi da novanta in rosa, provenienti dal Campionato di Promozione.

Non dovrebbe tradire le attese, mantenendosi sui livelli dello scorso campionato, anche il Rosmarino, che punta a confermare in blocco il gruppo della scorsa stagione che ha concluso un ottimo torneo alle spalle delle due imprendibili Geraci e Gangi (nella foto a destra Salvatore Amata, perno del centrocampo amaranto, è uno dei giocatori più forti e rappresentativi della formazione di Militello Rosmarino).

Tra le pretendenti punta al salto di qualità anche la Nuova Acquedolci. Dopo la salvezza ottenuta l’anno scorso, la società biancoverde non nasconde le proprie ambizioni, la panchina è stata affidata ad Agostino Buono, e sul mercato dopo aver perso due colonne come Salvatore Versaci e Dario Saraniti, ha già piazzato il primo colpo, con l’acquisto del forte laterale Francesco Mercurio proveniente dal Città di S. Agata.

A Sinistra il presidente dell'ASD Nuova Acquedolci Silvio Castelluccio, a destra il nuovo allenatore Agostino Buono.

Ma sono tante le formazioni pronte a fare colpi di mercato per allestire una rosa competitiva sin dalle prime giornate. Tra queste c’è il Nebrodi S. Agata che molto probabilmente potrà contare sull'apporto del tecnico Enzo Franchina (nella foto a sinistra durante una gara amatoriale) e l’Alcara, intenzionata ad allestire uno squadrone per la categoria. Entrambe, quindi, punteranno decisamente in alto e nelle prossime settimane potrebbero ufficializzare colpi decisivi per rinforzare le rispettive formazioni.

C’è attesa e curiosità anche per due matricole che si sono particolarmente distinte nello scorso campionato di Terza Categoria, non solo per aver ottenuto la promozione in Seconda, ma anche per aver espresso un gioco che non è passato inosservato agli addetti ai lavori. Sono la Nuova Torrenovese e il San Fratello, vincitrici rispettivamente, i primi di un avvincente Campionato solo all’ultima giornata; e i secondi tramite le gare Play-off, dopo aver agguantato all’ultimo giro di orologio dell’ultimo turno il quinto posto, ultimo posto utile per accedere agli spareggi e, contravvenendo ad ogni pronostico, andando poi a vincere prima a Tusa e in finale a Pettineo contro le formazioni di casa.

I festeggiamenti della Nuova Torrenovese dopo la vittoria del Campionato nella scorsa stagione

La società di Torrenova guidata brillantemente dal giovane Alessio Di Marco punterà già quest’anno a fare un campionato importante confermandosi anche in questa categoria come un’autentica mina vagante. Vola basso il San Fratello, che invece punterà ad ottenere una salvezza tranquilla, confermati tecnico e calciatori, la squadra dovrebbe solamente registrare in entrata l’acquisto di qualche giovane promettente. (Nella foto a destra l'attaccante del San Fratello Benedetto Carbonetto. Protagonista insieme ai compagni di squadra di un finale di stagione in crescendo che ha permesso un sorprendente salto di categoria alla giovane matricola nebroidea. Anche nella prossima stagione dovrebbe vestire la casacca neroverde)

Nello stesso girone, qualora dovesse risolvere i problemi societari, dovrebbe finire anche l’A.S.D. Tusa, che punterà senza eccessivi patemi ad ottenere la salvezza. Sempre nel girone C finiranno altre tre o quattro fra le seguenti squadre: Aluntina, Cerda Giuseppe Macina, Calcio per Caltavuturo, Città di Nicosia, Pollina, Proloco S. Ambrogio Cefalù, Real Casale. E considerando rose ed ambizioni di queste società il torneo si preannuncia con un insolito equilibrio che promette di regalare emozioni a tutti gli appassionati sportivi.



Commenti

Post più popolari