Calcio, Acquedolci e Alcara regine del mercato

La Nuova Acquedolci ha già messo a segno un poker d'assi e non intende fermarsi. Ad Alcara è pronto a sbarcare il tecnico Currò e il mercato in entrata potrebbe infiammarsi. 

di Antonio Longo.
Entra nel vivo il mercato anche nel campionato di Seconda Categoria, ad oggi la regina del mercato è senza dubbio l’Asd Acquedolci intenzionata, a quanto sembra, ad allestire una squadra molto competitiva che possa puntare al salto di categoria. 

Dopo aver perso qualche giocatore importante (Versaci e Saraniti), la società biancoverde nei giorni scorsi ha ufficializzato l’accordo con Francesco Mercurio proveniente dal Città di Sant’Agata, mentre nelle ultime ore ha piazzato altri tre colpi con l’arrivo a titolo definivo del giovane centrocampista Salvatore Alfieri e degli attaccanti Salvatore Rinaldo e Cristian Gullia.

Alfieri, ex Caronia, si è contraddistinto nel passato campionato con l’ASD Tusa, mentre per Rinaldo si tratta di un ritorno ad Acquedolci dopo l’avventura con l’Alcara. Gullia, invece, ha disputato gli ultimi campionati di Prima categoria con le maglie di Stefanese e della Polisportiva Acquedolci e in Seconda con l'Halesa Tusa e il Militello.

L’ASD Acquedolci, però, non ha intenzione di fermarsi qui e ha già annunciato che, a breve, arriveranno anche un difensore e un altro centrocampista di spessore, ma sono anche in corso altre trattative che potrebbero far indossare la maglia biancoverde ad altri prezzi pregiati del mercato.

Tra le altre squadre che dovrebbero finire nello stesso girone dell’Acquedolci, sarà interessante seguire le mosse future dell’Alcara che dopo aver ufficializzato oltre un mese fa il cambio in panchina, tra l’ex Manzo e il nuovo Drago, ha nuovamente cambiato rotta e punterebbe a mettere in panca niente meno che Peppuccio Currò, allenatore navigato ed esperto, un vero lusso per la categoria, riportando di conseguenza il giovane Drago nuovamente nelle vesti di calciatore.

Se le indiscrezioni dovessero essere confermate, l’arrivo di Currò ad Alcara coinciderebbe con un netto cambio di rotta della società, che dopo aver raggiunto una salvezza sudata l’anno scorso, punterebbe dritta alla vittoria del campionato con l’acquisto di diversi giocatori per rinnovare la rosa a disposizione del tecnico.


Anche l'Halaesa Castel di Tusa fa sul serio, confermando l'interesse per qualche elemento della Stefanese che ha trovato poco spazio l'anno scorso nel Campionato di Promozione. Dovrebbero sbarcare a Tusa il forte centrocampista Di Girolamo e qualche attaccante per impolpare un reparto che sembra carente di uomini chiave, ad esclusione del giovane Cupane, reduce però da un brutto infortunio che lo ha bloccato lo scorso anno, e quindi tornerà disponibile già dalle prime gare ufficiali.

C'è attesa anche per conoscere le mosse del Nebrodi S. Agata probabilmente affidata ad Enzo Franchina, e il Rosmarino, ex-squadra appunto del tecnico santagatese, pronta e ripetere un campionato da protagonista, a patto che mantenga i migliori giocatori.

Il San Fratello punta a trattenere i propri gioielli, su tutti i più cercati dal mercato sono l'attaccante Carbonetto e il centrocampista Mangione, quest'ultimo rientrato al Città di Sant'Agata poiché in prestito l'anno scorso. La Società neroverde punta a rilevare Mangione a titolo definitivo. "La squadra ha margini di crescita importanti - conferma il giovane tecnico Emanuele - visto l'età media della rosa. Numericamente ci manca qualche elemento in difesa, ma molto probabilmente punterò su qualche giovane del luogo".   

Commenti

Post più popolari