Un Sanfratellano Cavaliere dell'Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme

L’Ordine ha lo scopo di rafforzare nei suoi membri la pratica della vita cristiana, in assoluta fedeltà al Sommo Pontefice e secondo gli insegnamenti della Chiesa, osservando i principi della carità.

di Carmelo Emanuele.
Un prestigioso traguardo è stato raggiunto da uno dei figli della terra di San Fratello. Luigi Salanitro, terminati gli studi, ha avviato una brillante carriera militare che lo ha portato, grazie al suo operato, a ricevere numerose onorificenze civili e militari. L’ultima in ordine di tempo è la nomina a Cavaliere dell’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme.

L'Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme (OESSG), conosciuto come l'Ordine del Santo Sepolcro, è un ordine cavalleresco cattolico sotto la protezione del Santo Padre e riconosciuto ufficialmente dalla Santa Sede. Ha la sede legale nella Città del Vaticano. Storicamente l'ordine fu fondato da Goffredo di Buglione nel periodo della liberazione di Gerusalemme con le crociate (1099) ed ha rappresentato per secoli, sia in veste religiosa che militare, un punto di riferimento per la difesa dei Luoghi Santi ed in particolare del Santo Sepolcro. 

Ai nostri giorni l’Ordine ha lo scopo di rafforzare nei suoi membri la pratica della vita cristiana, in assoluta fedeltà al Sommo Pontefice e secondo gli insegnamenti della Chiesa, osservando i principi della carità. I Cavalieri infatti ogni anno si tassano per inviare fondi in Terra Santa a sostegno di diversi progetti che prevedono la presenza cristiana in Terra Santa e le necessità del Patriarcato Latino di Gerusalemme.


Per essere ammessi all'ordine, i candidati devono essere approvati dalla Segreteria di Stato del Vaticano, che, in nome del Papa, approva tutti gli ordini cavallereschi e sigilla ogni diploma di nomina. Per aspirare alla nomina di Cavaliere del Santo Sepolcro è necessario essere cattolici praticanti, di buon carattere morale ed essere proposti dal proprio Vescovo, oltre ad essere supportati da diversi membri dell'Ordine. Inoltre è necessario fare una generosa donazione in ingresso ed impegnarsi ad elargire annualmente l'obolo concordato a livello centrale per le opere realizzate in Terra Santa.


L'Ordine ha la precedenza nelle cerimonie e nei palazzi apostolici su ogni altro ordine, compreso quello di Malta. In quest'Ordine hanno fatto parte personaggi importantissimi: da Federico II di Svevia, all’ammiraglio Andrea Doria fino allo scrittore Renè de Chateaubriand. Le famiglie della nobiltà papalina, toscana, lombarda e napoletana ne hanno sempre fatto parte come i Ruspoli, gli Orsini, i Ricasoli, i Borromeo, i Caracciolo di San Vito, i Capece Minutolo di San Valentino, i Dentice delle Stelle e i Maresca di Serracapriola. Molti illustri personaggi, mossi dal desiderio di aiutare il prossimo, sono stati Cavalieri di Gran Croce dell'Ordine, come ad esempio il beato Bartolo Longo.

Le case sovrane di tutta europa non sono state da meno come Sua Maestà Re Umberto II di Savoia, il Principe Adalberto di Savoia-Genova Duca di Bergamo, il Duca d’Arenberg, il Principe Windisch Graetz, il Duca Duarte Pio di Braganza, il Principe Carlos di Borbone-Due Sicilie Duca di Calabria, Re Juan Carlos I di Spagna e la Regina Sofia, e la Famiglia Reale del Belgioal gran completo.

L'Ordine dispone di uniforme con mantello di bianco avorio, riportante la croce in panno rosso e copricapo a forma di feluca; gli ecclesiastici portano invece la mozzetta di panno bianco avorio con la croce dell'Ordine in panno rosso.


Commenti

Post più popolari