I cognomi come brand, l'origine dei Nicolosi

Toponimico derivato probabilmente dal luogo d’origine del capostipite, così chiamato dal monastero benedettino di San Nicola che sorgeva fin dal 1359 nel territorio etneo e in cui successivamente sorse l’agglomerato urbano. Nel messinese oltre a San Fratello è diffuso anche a Castel di Lucio e nel capoluogo.

di Francesco Miranda.
Nicolosi, come Francesco Nicolosi, pianista, direttore artistico del Teatro Massimo Bellini di Catania. Cognome tipicamente siciliano, originario del catanese; è un toponimico derivato dal toponimo Nicolosi, probabilmente luogo d’origine del capostipite, così chiamato dal monastero benedettino di San Nicola che sorgeva fin dal 1359 nel territorio etneo e in cui successivamente sorse l’agglomerato urbano. 

Nicola deriva dal greco Νικολαος (Nikòlaos), composto da νικη (nike) = vittoria e λεως (leòs) = popolo, folla, latinizzato in Nicolaus, che significa “vincitore fra il popolo”, colui che combatte e vince per il suo popolo. Nicolosi è abbastanza noto in Italia; è diffuso in circa 500 comuni, in gran parte siciliani. Con ceppi meno consistenti si trova anche nelle altre regioni: Lombardia, Lazio, Piemonte, Toscana, Emilia Romagna, Liguria, Campania, Calabria, ecc. 

Nell’Isola è diffuso in tutte le province con alte frequenze soprattutto nel catanese (Catania, Biancavilla, Paternò, San Giovanni La Punta, Adrano, ecc.), nel palermitano (Palermo, Monreale, Bisacquino, ecc.), nel messinese (Messina, Castel di Lucio, San Fratello, ecc.), nel trapanese (Marsala, Alcamo, Pantelleria, ecc.), nell’agrigentino (Sciacca, Caltabellotta, Licata, ecc.), nel siracusano (Melilli, Augusta, Carlentini, ecc.)

Riferimenti storici e personaggi – La famiglia Nicolosi godette di nobiltà in Messina dal XIII al XVIII secolo; i suoi componenti ebbero il titolo di barone di Roccadono (nel 1687 con Girolamo Nicolosi), e barone di Villagrande (con Carlo Nicolosi nel 1713). La famiglia risulta iscritta nell’Elenco Ufficiale Nobiliare Italiano del 1922.

ROSARIO NICOLOSI detto RINO (Acireale 28/7/1942- Acireale 30/11/1998 ), politico italiano. Dirigente del sindacato CISL, fu un esponente di spicco della corrente di sinistra della D.C. Fu deputato all’ARS per un quindicennio dal 1976 al 1991 (dall’VIII all’XI legislatura): fu assessore all’industria e ai lavori pubblici. Nel 1985 fu eletto presidente della Regione Siciliana e tenne tale carica per sei anni, fino al 1991 guidando cinque governi regionali. Poi si dimise per candidarsi alla Camera dei deputati dove fu eletto ed ebbe la carica di vice-capogruppo del suo partito. Finito nello scandalo di Tangentopoli a causa dell”affaire” del Centro Le Ciminiere di Catania, fu espulso dal partito Nel 1994 tentò di rientrare in politica e si candidò al Senato con una lista locale, Sicilia Futura, nel collegio di Acireale, ma non fu eletto. Morì nel 1998. 

ROLANDO NICOLOSI (Rosario, Argentina 1934) – è un musicista e compositore argentino, nato da genitori italiani, noto anche in Italia. Ha collaborato con il Teatro dell’Opera di Roma e con la RAI, come consulente, maestro di repertorio e collaboratore pianistico. Nel 1955 fece la sua prima apparizione in TV seguite da altre sulle reti nazionali, europee, americane: ha partecipato ai più importanti festival internazionali come quelli di Hong Kong, Berlino, Bonn, Vienna, Praga; dai numerosi concorsi lirici che portano il suo nome sono usciti tanti importanti nomi della lirica italiana. Ha suonato per numerosi Capi di Stato, in Europa e nel mondo e per Giovanni Paolo II. 

FRANCESCO NICOLOSI (Catania 7/12/1954), pianista, uno dei massimi esponenti della Scuola pianistica napoletana. Nel 1980 ottenne il terzo premio al Concorso Pianistico Internazionale di Santander (Spagna) e il secondo premio (il primo non assegnato) al Concorso Internazionale d’Esecuzione Musicale di Ginevra, riconoscimenti che lo consacrarono come uno dei pianisti più interessanti della sua generazione. Da allora si è esibito nelle più importanti sale di concerto del mondo. Per la sua attività discografica dedicata a Bellini, nel 1994 ricevette il “Bellini d’Oro”. Dal 1996 è presidente del Centro studi Internazionale Sigismud Thalberg, nato con l’intento di promuovere e divulgare la musica del grande pianista austriaco. Nel 1998, insieme a Vittorio Bresciani, ha fondato il Franz Liszt Piano Duo; dal gennaio 2015 è direttore artistico del Teatro Massimo Bellini di Catania. 

ROBERTO NICOLOSI (Genova 16/11/1914 – Roma 4/4/1989), compositore, pianista, autore di numerose colonne sonore; ha fatto parte del primo comitato di redazione della rivista “Musica Jazz”.

Fonte: siciliainformazioni.it

Commenti

Post più popolari