Sospensione del sindaco di Tortorici

CRONACA
Cinzia Conti Mica annuncia esposti e denunce, nel mirino il segretario comunale, l'ex sindaco di San Fratello, Giuseppe Ricca.

Giuseppe Lazzaro.
E’ la migliore consigliere comunale di tutti gli eletti alle elezioni amministrative di Tortorici del 2013, è stata la seconda eletta in assoluto, agisce da indipendente ma, davanti alla popolazione, e senza alcun interesse, sta esercitando il proprio ruolo, attento e propositivo. Copertina per Cinzia Conti Mica, che ha lanciato il sospetto, poi rivelatosi realtà, sulla “sparizione” del sindaco Carmelo Rizzo Nervo tanto che la Prefettura di Messina ha dovuto diffondere un comunicato stampa per confermare la sospensione del primo cittadino. Non finisce qua visto che la Conti Mica annuncia ulteriori esposti.

“Non posso fare altro – scrive il consigliere di Tortorici - che essere soddisfatta nel leggere la nota diffusa a mezzo stampa dalla Prefettura di Messina  a riguardo del nostro primo cittadino Rizzo Nervo. Finalmente  la Prefettura comunica a noi comuni mortali della piccola comunità di Tortorici lo stato del sindaco:”Il predetto amministratore rimane sospeso dalla carica, ai sensi dell’art.11 della Legge Severino“

Non sono bastate – prosegue la nota - le continue e dettagliate richieste effettuate da me in qualità di consigliere comunale, da dipendenti comunali, da movimenti politici, da dirigenti di servizio ecc. E’ stato, infatti, necessario scomodare la stampa. Prova ne è che dopo solo un paio di giorni dalla pubblicazione da parte di varie testate giornalistiche on line, la Prefettura ci ha illuminato. Bisogna dare atto che, in questo caso, il “quarto potere“ ha egregiamente svolto il suo compito all’interno delle dinamiche democratiche. 

Questo estremo ritardo da parte degli organi dello Stato mi fa però sorgere degli interrogativi: perché tutto questo ritardo nel comunicare la situazione del sindaco, tanto che lo stesso ha potuto mettere in piedi (con la colpevole complicità del vice sindaco Rosario Contiguglia) la ridicola pantomima della delega dei poteri per motivi personali? Se non fossero stati pubblicati tutti quegli articoli – si domanda la Conti Mica - la cittadinanza di Tortorici sarebbe stata messa a conoscenza della situazione? O, forse, si sarebbe aspettato il reintegro del sindaco (come probabilmente avverrà con l’udienza del 26 ottobre)? Tutto ciò è dovuto alla lentezza degli organi dello Stato o forse (ma sto pensando male ) c’è qualcosa di voluto? 

Come è possibile che tutti i funzionari preposti alla vigilanza sulla regolarità amministrativa (a partire dal Prefetto per finire al segretario comunale Giuseppe Ricca) non si siano accorti dell’ambiguità con la quale ha operato il sindaco Rizzo Nervo (che ha addirittura delegato i poteri da sospeso)?  Per questa, ormai famigerata, illegittima lettera di delega verranno presi provvedimenti? Per quali motivi lo Stato ha abbandonato i cittadini oricensi? 

Tra le altre cose – continua il consigliere indipendente - segnalo la grave irregolarità in cui versa la situazione del segretario comunale per la quale, a breve, effettuerò vari esposti e denuncie agli organi competenti e, visto l’andazzo, anche alla stampa. Concludo sperando che le mie domande non cadono nel vuoto e che le autorità dello Stato  leggendo i miei dubbi e perplessità non ci lascino in un tunnel senza uscita perché – conclude il consigliere Cinzia Conti Mica - non è giusto giocare con la dignità dei miei concittadini!”.

fonte: glpress.it


Commenti

Post più popolari