Calciomercato, Chiusura col botto per Acquedolci e Halaesa

CALCIO
Castrovinci e Pizzuto all'Acquedolci, Mascari e Drago all'Halaesa. Rosmarino e Alcara blindano la difesa, il San Fratello punta sui giovani.

Michele Di Nardo.
Il 17 dicembre scorso si è chiusa la sessione invernale del mercato calciatori dilettanti. Nel giorne C di seconda categoria anche in questa ultima sessione le protagoniste sono state l'Acquedolci del presidente Castelluccio e l'Halaesa del presidente Barberi (nella foto con l'ultimo arrivo, Samuele Drago), sempre più candidate ad un duello per la vittoria del girone C di Seconda Categoria, sfida che li vedrà in campo già domenica nello scontro diretto e probabilmente per tutto il girone di ritorno a suon di vittorie, per agguantare la promozione in prima categoria.

Quando manca una sola giornata alla fine del girone di andata le due regine del mercato sono marcate strette da tre formazioni che si sono messe in evidenza in questa prima parte del torneo: la matricola San Fratello, il Cefalù (entrambe si sfideranno domani) e l'Alcara.

Tornando ai movimenti di mercato quella che si è rinforzata maggiormente è l'Acquedolci, che ha ingaggiato i fratelli Giuseppe e Gabriele Militello, il giovane esterno Giovanni Fallo dalla Folgore S. Agata, Filippo Catanzaro e soprattutto ha aumentato la qualità della rosa a disposizione del tecnico Agostino Buono con l'acquisizione di Alessio Castrovinci (che ha già debuttato con un gol) e dell'attaccante Mattia Pizzuto.

Non è da meno l'Halaesa, che dal canto suo a preso il difensore Andrea Mascari dalla Stefanese e in extremis ha piazzato il colpaccio con la firma di Samuele Drago. La formazione alesina resta quindi la grande favorita insieme all'Acquedolci per la vittoria del campionato.

L'Alcara ha rinforzato la retroguardia con l'arrivo di Vincenzo Travaglia, stesso discorso per il Rosmarino che si è assicurato le prestazioni di Salvatore Versaci (già in campo contro l'Aluntina) e Nicola Arpaia (dalla Folgore). Resta pressoché invariata la formazione del Cafalù, mentre l'attuale capolista San Fratello continua a puntare sui giovani. I neroverdi allenati dal giovane Carmelo Emanuele hanno infatti ceduto Giuseppe Colanino alla Folgore S. Agata e due difensori Marco Lazzaro e Giuseppe Murabito (quest'ultimo in prestito) alla Thea Calcio Acquedolci, rimpiazzandoli con tre juniores di buone speranze, Giuseppe Lo Balbo e Salvatore Foti dal Città di S. Agata e Salvatore Marino dalla Polisportiva Acquedolcese.

Commenti

Post più popolari