Crescita del territorio? Solo vuoti proclami

POLITICA 
Parole di fuoco del sindaco di Floresta contro l’attuale gestione del Parco dei Nebrodi: "Solo chi non vuol vedere non si accorge che l'attuale gestione dell’ente non è riuscita neanche a dare impulso ad alcuna efficace iniziativa per incentivare la crescita del territorio.

Salvatore Calà.
FLORESTA - Il primo cittadino del comune più altro della Sicilia, Nello Marzullo, torna a far parlare di sè e del suo comune con una nota. "Se la strategia - scrive Marzullo - per dare attuazione ai piani di sviluppo comprensoriali, nel contesto del Masterplan per il Mezzogiorno dovrà trovare attuazione attraverso il coordinamento del Parco dei Nebrodi, remote saranno le speranze di cogliere concretamente le opportunità di sviluppo offerte dall'iniziativa".

Secondo il giudizio di Marzullo, "solo chi non vuol vedere non si accorge che l'attuale gestione dell'Ente Parco dei Nebrodi non è riuscita neanche a dare impulso ad alcuna efficace iniziativa per incentivare la crescita del territorio, nonostante tale fondamentale compito figuri tra i principi fondanti dell'istituzione del Parco.
Non bastano, infatti, vuoti quanti inutili proclami su giornali e reti televisive per colmare il deficit evidente di iniziative che dovrebbero garantire quello sviluppo tanto atteso ma, nei fatti, blandito solo a parole".


Per Marzullo i cittadini dei comuni del Parco di sicuro non hanno dimenticato qual è stato l'epilogo delle c.d. "aree interne con l'esclusione per la maggior parte dei comuni del comprensorio dei Nebrodi pur possedendo tutte le caratteristiche per essere inserite a pieno titolo nel relativo programma". E' importante, sottolinea con forza Nello Marzullo, che i sindaci, non certo per campanilismo, "si riapproprino del ruolo legittimamente conferito dal mandato elettivo, per difendere seriamente i rispettivi territori.  

fonte: gazzetta del sud

Commenti

Post più popolari