Il Comune di San Fratello deve 250mila euro a Tirreno Ambiente

ATTUALITA'
La società che gestisce la discarica di rifiuti di Mazzarà Sant'Andrea.

Giuseppe Romeo.
Il comune di San Fratello dovrà corrispondere quanto prima 255 mila 869 euro nei confronti della Tirreno Ambiente, società che gestisce la discarica di rifiuti di Mazzarà Sant'Andrea, in esecuzione di un decreto ingiuntivo del 2006 passato in giudicato.

Le procedure amministrative per dare seguito al pagamento sono state poste in essere dal commissario ad acta, Alessandro Muscolino, appositamente nominato a seguito della sentenza del Tar di Catania con cui era stato accolto il ricorso della Tirreno Ambiente, che chiedeva l'esecuzione del decreto ingiuntivo.

Il debito nei confronti della società mista, titolare dell'invaso di Mazzarà, è relativo al mancato pagamento delle spettanze per il conferimento in discarica dei rifiuti provenienti da San Fratello nei primi anni 2000. Per quel pagamento, quindi, il comune subì il decreto ingiuntivo già nel 2006 da parte del giudice dell'allora sezione staccata del tribunale di Sant'Agata Militello. Un decreto cui non fu posta opposizione e che divenne definitvo nel luglio 2010. 

Trascorsi cinque anni, fu quindi la terza sezione del Tar di Catania, nel maggio scorso, a pronunciarsi a favore della Tirreno Ambiente, intimando all'amministrazione comunale di adempiere entro sessanta giorni. Trascorso infruttuosamente tale termine, lo scorso 3 dicembre s'insediò il commissario ad acta di nomina prefettizia, che ha quindi avviato le procedure di concerto con il responsabile dell'area finanziaria del comune. E' stata quindi disposta l'iscrizione del debito fuori bilancio per 255 mila 869 euro oltre le spese di giudizio, liquidate in 1.500 euro.

fonte: gazzetta del sud

Commenti

Post più popolari