Al San Fratello riesce il bis, gol promozione di Gerbino

CALCIO
Nei supplementari Cavallaro porta in vantaggio gli ospiti. Il pareggio arriva all'ultimo assalto. IL VIDEO CON LA SINTESI DELLA PARTITA.

San Fratello - Alcara 1 - 1 d.t.s.
San Fratello: Bontempo, Scavina, Salanitro, Mangione, Morello A., La Marca, (106' Galati G.), Ciravolo, Salerno B. (60' Caprino D.), Gerbino II, Nicosia (93' Gerbino II), Caprino M.
Alcara: Isgrò, Pirronello, Travaglia, Cavallaro, Princiotta, Rakipi, Fallo, Calderone, Tomasi, Sidoti, Oriti Moterosso.
Marcatori: 116' Cavallaro, 120' Gerbino I

Salvatore Accordino.
Il San Fratello è promosso in Prima Categoria ed è la seconda promozione consecutiva in due stagioni. Una promozione "acciuffata" per i capelli all'ultimo secondo di gioco dei 120' di una finale playoff interminabile, combattutissima, intensa, vietata ai deboli di cuore e con ben 800 persone che hanno gremito ogni spazio attorno al Comunale.

Una partita incredibile, un susseguirsi di emozioni infinite ed un finale "thriller". Match vibrante, molto equilibrato, con l'Alcara che và vicino al gol su punizione e con i vari Oriti, Tomasi e Calderone. Il San Fratello "sente" l'importanza del match, ma, lotta con grinta e cuore, ma, non riesce a passare e al 90' finisce 0-0. Si và ai supplementari e al 116' l'Alcara passa a condurre. Palla in area, grande mischia e Cavallaro scaraventa in rete.

Disperazione tra i locali, gioia tra gli ospiti. Il San Fratello attacca a testa bassa e assedia l'area avversaria. All'ultimo, disperato, assalto, al 120', cross in area di Daniele Caprino, svetta di testa il nuovo entrato Ciro Gerbino dell'87 e insacca all'angolino per l'1-1. E' il tripudio. Lo stadio sembra venire giù. 

Tutti capiscono che quella rete mette il sigillo alla partita e alla promozione del San Fratello perché non c'è più tempo per rimettere in discussione un risultato che premia la squadra di casa. Si piange di gioia al San Fratello. Ed è comprensibile visto il modo in cui è maturato il risultato che vale il salto di categoria. Mentre per l'Alcara è una beffa atroce. Si festeggia per tutta la notte, con tecnico di casa Carmelo Emanuele portato in trionfo e un intero paese è in festa.

fonte: gazzetta del sud

Commenti

Post più popolari