I cognomi come brand: i Mirabella

CURIOSITA'
Il cognome è originario della Sicilia ma ha ceppi consistenti anche nel Lazio e nel napoletano.

Francesco Miranda.
Mirabella deriva dal nome proprio augurale che i genitori davano ai figli con il significato di “che sia un belvedere”, proviene dal tardo latino Mirabilius o dal medioevale Mirabellus. Non è da escludere, inoltre, la derivazione da toponimi che contengono il termine Mirabella, come Mirabella Imbaccari nel catanese e Passo Mirabella o Mirabella Eclano nell’avellinese. 

Il cognome è originario della Sicilia ma ha ceppi consistenti anche nel Lazio e nel napoletano; oltre che in queste regioni è diffuso anche nel resto della Campania, in Piemonte, Lombardia, Puglia, Toscana, Liguria, Emilia-Romagna, Sardegna, ecc. In Sicilia è molto noto nel catanese (Catania, Mascalucia, Misterbianco, ecc.), nel palermitano (Palermo, Termini Imerese, Capaci, ecc.), nel ragusano (Scicli, Ragusa, Acate, ecc.), nell’ennese (Piazza Armerina, Enna, Catenanuova, Regalbuto, ecc.), nel messinese (Messina, San Fratello, Acquedolci, ecc.), nel siracusano (Siracusa, Augusta, Francofonte, ecc.)

Riferimenti storici e personaggi – Tracce di questo cognome si trovano a Monopoli (BA) nel 1200 con un notar Mirabellus; a Savona nel 1500/1520 con l’ arciprete della cattedrale Dominicus Nannius Mirabellus; a Palermo nel 1324 con un Nicolaus de Mirabella. MICHELE MIRABELLA (Bitonto 7/7/1943) – regista, autore ed attore di teatro, radio, cinema, televisione, docente, saggista, giornalista; laureato in lettere e filosofia con uno studio di regia sul teatro di Pirandello e, ad honorem, in farmacia. Firma la regia di oltre cinquanta spettacoli e ha diretto allestimenti e recitato in teatri stabili e in numerose compagnie primarie in tutta Italia, in Europa e negli Stati Uniti. Ricca la sua attività di regista d’opera lirica (Traviata, Tosca, Butterfly, Elisir d’amore, 

Il Barbiere di Siviglia, ecc. Ha condotto e presentato numerosi concerti di musica sinfonica e operistica e concorsi di melodramma in importanti manifestazioni tra le quali gli incontri al Teatro della Scala di Milano e al Regio di Parma. Lavora dal 1973 per la RAI e ha firmato, come regista, autore e conduttore, migliaia di ore di trasmissione e programmi di grande successo di critica e di pubblico per i quali ha avuto riconoscimenti e premi di prestigio. Insegna, nel dipartimento di Comunicazione e ricerca sociale dell’Università La Sapienza di Roma, Giornalismo e divulgazione scientifica. Conduce tuttora la trasmissione “Elisir” in onda su RAI Tre.

fonti: siciliainformazioni.com

Commenti

Post più popolari