Avanti la Stefanese, il San Fratello a testa alta

CALCIO
Grande prova dei neroverdi che mettono sotto la blasonata Stefanese. 


SAN FRATELLO: Galati S., Scavina, Morello A., Salanitro, Cobuz (58’ Galati II), Caprino D., Mangione, La Marca (72’ Ciravolo), Nicosia, Calabrese, Carbonetto. All: Emanuele
STEFANESE: Musumeci, Florio, Capuana, Ciardo, Travaglia, Cianciolo, Buonocore, Pecoraro, Paone, Cesarino, Naro. All. Reale
Rete: 69’ rig. Carbonetto


Antonio Longo.
San Fratello. Nel ritorno del primo turno di Coppa Sicilia, la Stefanese ottiene i passaggio del turno nonostante la sconfitta per 0 a 1 a San Fratello, in virtù del successo maturato a Santo Stefano per 2 a 0 nella gara di andata. Ma i neroverdi padroni di casa escono a testa alta dalla competizione, grazie ad una prestazione corale che ha fatto comunque divertire il numeroso pubblico presente sugli spalti del Comunale Gagliani. 

San Fratello arrembante sin dai primi minuti, vicino al gol più volte nel primo tempo con Calabrese, La Marca, Mangione e Nicosia che pescati in area non riescono a trovare lo specchio della porta. L’occasione migliore nella prima frazione arriva alla mezzora sul piede dell’ex Carbonetto, ma l’attaccante neroverde calcia alto dal limite dell’area piccola. E poi ancora, Morello, di testa non trova la porta per un soffio; Cobuz smarcato davanti a Musumeci non aggancia la sfera; Mangione dal limite manda alto. L’ultimo brivido lo regala Musumeci che sfiora l’autogol su calcio d’angolo.

Nel secondo tempo la musica non cambia, con il San Fratello che cerca costantemente di trovare il gol per riaprire il discorso qualificazione. L’ennesimo tiro di Calabrese trova pronti i guanti di Musumeci, pronto a ripetersi sulla ribattuta di Carbonetto. La rete per i padroni di casa arriva su calcio di rigore di Carbonetto, e pochi minuti dopo Calabrese ha la possibilità di pareggiare i conti con la partita d’andata, ma incredibilmente calcia altissimo un rigore in movimento. Le emozioni durano fino alla fine, con la Stefanese che fallisce un calcio di rigore, parato dal superlativo Galati, e con Carbonetto e Calabrese ancora pericolosi, alla fine applausi per la grande prestazione del San Fratello e complimenti alla Stefanese dell’ex Reale che andrà avanti nella competizione.   


Commenti

Post più popolari