Giornata dell'Unità Nazionale e Delle Forze Armate


L'EVENTO
Dopo la celebrazione in Chiesa Madre il corteo si è portato in piazza Ricca Salerno dove è stata deposta una corona d'alloro commemorativa, ai piedi del monumento del milite ignoto.

Ciro Carroccetto.
Oggi 4 novembre 2016 nel giorno del ricordo dei caduti, dell'Unità Nazionale e delle Forze Armate, si è svolta a San Fratello una sentita commemorazione, organizzata dall’Amministrazione comunale. A rendere particolarmente intensa la celebrazione è stata la partecipazione dei bambini della scuola dell'infanzia, primaria e secondaria che frequentano l'istituto comprensivo Acquedolci-San Fratello. 

Si ringraziano per la partecipazione e collaborazione l'Associazione Culturale "Corpo Musicale San Benedetto il Moro", la fanfara della società di mutuo soccorso militari in congedo, la società operaia di mutuo soccorso 'Concordia', l'Associazione socio culturale" Volere Volare", i rappresentanti delle forze dell'ordine, della forestale, dei vigili urbani, che hanno preso parte a tutte le fasi della cerimonia. Tutti i partecipanti si sono riuniti alle ore 9.30 nel largo antistante il Comune e da lì hanno formato un corteo che è giunto nello spiazzale del convento francescano.

Alle ore 10 nella chiesa madre Maria SS Assunta, si è tenuta una messa in suffragio dei caduti officiata dall'arciprete don Salvatore Di Piazza, alla presenza delle scolaresche, del Sindaco Francesco Fulia, del Presidente del Consiglio Comunale Vittoria Liuzzo e dell'amministrazione, della stazione del corpo forestale, dei rappresentanti delle associazioni citate. 

Al termine della celebrazione, il coloratissimo corteo dei partecipanti, accompagnato dal ricco repertorio musicale del Corpo Musicale e dalla fanfara, si è portato in piazza Ricca Salerno dove è stata deposta una corona d'alloro commemorativa, ai piedi del monumento del milite ignoto. In una piazza gremita di persone, prima l'arciprete don Salvatore Di Piazza, poi gli alunni della scuola, e a chiudere il Sindaco, hanno dato vita al momento più intenso della cerimonia, ricordando la solennità della giornata, e il valore assoluto sia della pace sia della libertà. 

Temi che sono il nostro patrimonio di valori, donatoci dal sacrificio dei soldati caduti, per la Patria. Altri momenti toccanti ed emozionanti sono stati, sia quando è stato intonato il Silenzio, sia quando tutti i bambini hanno cantato l'inno di Goffredo Mameli, e quando, sempre i bambini, hanno liberato in aria alcuni palloncini con i colori della nostra bandiera in una splendida coreografia. 

Un grazie di cuore per la collaborazione al Dirigente Scolastico e a tutti gli insegnanti che hanno svolto e svolgono un lavoro eccezionale per educare tutti i bambini e i ragazzi ai valori etici e civili della Repubblica, studenti che sono il patrimonio del nostro futuro. Un ringraziamento sentito a tutte le componenti che hanno consentito l'ottima riuscita della manifestazione oltre naturalmente a padre Salvatore Di Piazza, al maestro Andrea Marino e a tutti i componenti del Corpo Musicale, ad Alfredo Cracò e a tutti i componenti della fanfara e a Giuseppe Mirenda per aver fornito l'amplificazione.

















Commenti

Post più popolari