Via gli alberi dal centro cittadino

Verranno abbattute le piante in via Saverio Latteri. Fulia: “Taglio necessario ma ripristineremo il verde pubblico”.


di Carmelo Emanuele.
Entro la fine della prossima settimana verranno definitivamente tagliati gli alberi in via Saverio Latteri, in prossimità della banca cittadina. Sparirà dunque dal centro del paese l’ultimo pezzetto di verde pubblico rimasto.

“Sancire il taglio degli alberi si è reso necessario – spiega il sindaco Francesco Fulia - a causa dei danni riportati dalle abitazioni limitrofe, e alle conseguenti lamentele dei residenti”.

E se il problema delle grondaie ostruite potrebbe essere facilmente risolto da una potatura stagionale, non è la stessa cosa per i danni causati dalle radici, che hanno sollevato cavi elettrici, danneggiato tubazioni e distrutto gran parte del sottosuolo cittadino, nonché alcuni residenti hanno segnalato la presenza delle radici all’interno delle proprie abitazioni.


Intanto lo stesso Fulia tranquillizza il resto della cittadinanza, che vorrebbe invece mantenere in vita gli alberi che rappresentano quel poco di verde presente nella via principale della cittadina: “Al loro posto – aggiunge il primo cittadino – pianteremo degli alberi più piccoli e consoni a crescere nel centro città senza fare danni al sottosuolo, in alternativa verranno poste delle fioriere”. Inoltre Fulia intende recepire le direttive che propongono di piantare un albero per ogni nato nel territorio di San Fratello.

La carenza di verde pubblico è notevole in tutta San Fratello, ed è un problema culturale che coinvolge gran parte della Sicilia. Nel nostro caso, il centro dovrebbe fregiarsi di fioriere e alberi su tutte le vie principali e in tutti i quartieri, ma considerando lo stato depressivo delle casse comunali sarebbe opportuno per realizzare un progetto simile che ogni famiglia residente donasse una pianta.

Era stato lo stesso Francesco Fulia ad inserire nel suo programma elettorale l’idea di piantare diversi arbusti sui versanti del centro abitato, sia per abbellire il territorio, ma soprattutto per contrastare il fenomeno del dissesto idrogeologico.

A parte i versanti, sono diversi i punti dove serve un arricchimento di tipo ambientale, dalle piazze cittadine allo spiazzo delle scuole elementari, dalla piazza di San Nicolò nel quartiere Stazzone ai deprimenti vuoti lasciati dalle demolizioni delle abitazioni. E se qualcuno potrebbe pensare che tutto questo verde non sia funzionale alla collettività, basta farsi un giro nelle mete turistiche più in voga sul territorio nazionale ed internazionale per comprendere meglio gli errori del passato.  

Ecco un'idea di "Garden City", questa foto è stata scattata dal 5° piano di un edificio a Lido di Camaiore, tra i comuni di Viareggio e Forte dei Marmi. Siamo in pieno centro cittadino e gli alberi nascondono le abitazioni in un'area densamente popolata come la Versilia.

LUCCA: il centro storico conservato con le mura medievali è circondato dal verde, con piste ciclabili, alberi e prati.

NEW YORK, il cuore di Manhattan è "Central Park", un immenso parco urbano. 

Commenti

Post più popolari