Valentina Zafarana (M5S) si schiera per San Fratello

Intanto arriva anche il reddito minimo per le famiglie povere.

"L'emendamento del Movimento 5 Stelle - dice la deputata 5 Stelle all'Ars Valentina Zafarana (foto a sinistra), prima firmataria dell'emendamento - ha il merito di ampliare il raggio d'azione della norma, destinando il fondo non solo agli alluvionati di Saponara e Barcellona Pozzo di Gotto, ma anche a quelli di Giampilieri, Scaletta Zanclea e San Fratello".

"Stanziati 700 mila euro, per l'anno corrente, nel fondo per il contributo all'autonoma sistemazione degli alluvionati del messinese. Si tratta di contributi finanziari destinati a quelle famiglie rimaste senza casa a seguito delle alluvioni che hanno colpito diversi comuni della stessa provincia negli ultimi anni". Ne dà notizia il gruppo del M5S all'Ars. "L'emendamento del Movimento 5 Stelle - dice la deputata 5 Stelle all'Ars Valentina Zafarana, prima firmataria dell'emendamento - ha il merito di ampliare il raggio d'azione della norma, destinando il fondo non solo agli alluvionati di Saponara e Barcellona Pozzo di Gotto, ma anche a quelli di Giampilieri, Scaletta Zanclea e San Fratello".

"Una boccata d'ossigeno per tutti coloro che hanno perso la propria abitazione - conclude Zafarana -; ovviamente, alla luce di quanto accaduto, ci fa arrabbiare che il governo regionale abbia voluto decurtare l'importo pari a un milione di euro, definito nella nostra proposta, riducendolo a 700 mila euro, laddove lo stesso Governo inserisce prebende di ogni tipo nell'articolo vergogna n. 46".  

Intanto l’Assemblea regionale siciliana ha approvato l’articolo 41 della legge di stabilità regionale che istituisce il reddito minimo per le famiglie povere. Dopo le norme sulle coppie di fatto, quindi, il Parlamento siciliano ha affrontato, nell’ambito della discussione dei documenti economici, un altro tema profondamente sociale.

Grazie a questa legge, per ora soltanto nel 2014, le famiglie al di sotto di una certa soglia di reddito potranno ricevere un assegno dall’amministrazione regionale non superiore ai 400 euro a sostegno della propria economia. Le modalità di accesso al fondo e di integrazione al reddito saranno definite entro 120 giorni con decreto dell’assessore alla Famiglia. [fonte: LiveSicilia; Si24.it]


Commenti

Post più popolari