Questione Tari, il Presidente Liuzzo bacchetta tutti i consiglieri comunali

“Ognuno di noi si assuma le proprie responsabilità.”

Dopo le polemiche degli scorsi giorni sulla vicenda della Tari, che ha visto un botta e risposta fra maggioranza, opposizione e consiglieri indipendenti, arriva anche il comunicato da parte del presidente del consiglio comunale Vittoria Liuzzo (foto a sinistra), che prova a fare chiarezza e non esita a bacchettare tutto il consiglio richiamando tutti i componenti ad assumersi le proprie responsabilità senza scaricare colpe a destra e a manca. Di seguito il comunicato.

Da Presidente del Consiglio Comunale sento l’obbligo morale di informare tutti i miei concittadini, in merito al consiglio comunale del 30 Settembre u.s "Approvazione regolamento e tariffe TARI". Ho convocato il consiglio comunale il 29 Settembre perché solo in quel momento sono entrata in possesso delle proposte, la scadenza per l’approvazione era il 30 Settembre. Sorvolando sui tempi di certo e giustamente non imputabili a nessun consigliere comunale... è pur vero che nella seduta del 30 settembre 2014 non vi era una cosiddetta VERIFICA DI MAGGIORANZA, ma semplicemente una proposta valida a tutelare interessi dell'intera collettività.

Detto ciò TUTTI i consiglieri comunali hanno il diritto ma soprattutto l’OBBLIGO di deliberare (anche sospendendo la seduta per ore) se ciò comporta difendere gli interessi di tutta la popolazione di San Fratello. Cos’è successo invece? In prima convocazione (30 settembre) presa la presenza, alcuni consiglieri abbandonano l'aula, altri non vi partecipano per “problemi di lavoro” (Durante l'ora di sospensione, io stessa mi reco personalmente in piazza pubblica chiedendo “per favore” la presenza degli stessi).

Qual’è la reazione di alcuni consiglieri che vantano di difendere i diritti dei sanfratellani? Negano la loro presenza in consiglio...Ora mi chiedo: ammesso che abbiano sbagliato i tempi o i termini, il consiglio poteva benissimo TUTELARE un’interesse della COMUNITA', invece non lo ha fatto! Allora visto che a pensar male si fa peccato, oggi decido di peccare e mi chiedo: cari consiglieri di opposizione, maggioranza ed indipendenti, al di fuori dei comunicati politici che sfornate e che non fanno altro che distorcere la verità, vi siete almeno resi conto che la vostra assenza ha come conseguenza quella di aver calpestato gli interessi del popolo sanfratellano?

Vi siete resi conto che a causa di questo vostro comportamento, gli sfollati usciranno tanti soldini che potevano risparmiare? Siamo stati eletti per curare gli interessi del popolo sanfratellano, che è sovrano. Il tempo giudicherà, ma soprattutto i sanfratellani “traditi” ci giudicheranno un giorno. Ognuno di noi si assuma le proprie responsabilità.

Commenti

Post più popolari