La Settimana Santa a San Fratello tra arte, tradizione e cultura

La “festa dei giudei” a San Fratello si svolge per tre lunghi interi giorni, mercoledì, giovedì e venerdì santo, essa è sempre una lezione di cultura e di folklore.

di Ciro Carroccetto.
La settimana santa a San Fratello è il periodo nel quale, fin dai tempi più antichi, e più di ogni altro, suscita una notevole partecipazione popolare, in un susseguirsi di eventi e processioni che rievocano e commemorano la Passione, Morte e Risurrezione di Cristo. 

La “festa dei giudei” a San Fratello si svolge per tre lunghi interi giorni, mercoledì, giovedì e venerdì santo, essa è sempre una lezione di cultura e di folklore. Le sue antichissime origini si perdono nel tempo, e sebbene non ci siano delle fonti scritte che lo attestino, certamente si devono far risalire al periodo medievale, quando erano di moda le rappresentazioni sacre con le quali si cercavano di far rivivere gli episodi salienti della passione di Cristo.

Naturalmente col passare degli anni la manifestazione si trasformò, i giudei non interpretarono più il loro ruolo dentro la manifestazione religiosa e si trasformarono in un elemento alieno e disordinato, ma nello stesso tempo folkloristico e originale, facendola diventare una delle manifestazioni più importanti della settimana santa di tutta Italia. 

In particolare quest’anno a San Fratello gli eventi storici si sono arricchiti di profondi e importanti momenti culturali. Intanto in questi giorni la città di San Fratello è onorata dalla presenza di una delegazione di amici e amiche saronnesi guidata dal Sindaco Luciano Porro, al quale vanno i più vivi ringraziamenti dell’Amministrazione Fulia e di tutta la cittadinanza, che in seguito alla bellissima manifestazione Sicilia a Saronno svoltasi tra la fine di febbraio e gli inizi di marzo, hanno voluto regalare la nostra comunità con la loro gradita presenza. 

Il tutto impreziosito lunedì 30 marzo, nell’Aula Consiliare del Comune, dalla presentazione del libro del caro amico e ottimo scrittore Antonio Vasselli che con la sua quarta pubblicazione “Un cavallo sanfratellano per il commissario Mezzasalma”, ha voluto consolidare e celebrare il rapporto di amicizia tra le nostre due comunità. 

Nel corso della presentazione si è avuto modo di ammirare le splendide foto di Armando Iannone e il suo bellissimo videoclip propedeutico al libro stesso e la consegna del gagliardetto del Presidente del Comitato saronnese Egidio Della Noce alla Presidente di quello sanfratellano Antonella Carrini. 

L’ambasciatore della Repubblica di Uzupis, un piccolo stato gioiello fondato sulla fantasia e l’arte, quartiere nel cuore della capitale lituana Vilnius, Gianpaolo Terrone, ci ha onorato della sua presenza per iniziare un gemellaggio culturale e al quale daremo il meritato seguito. 

Ringraziamo Gigi Biffi per averci portato la storia e l’arte saronnese nel nostro centro. La manifestazione si è conclusa con la consegna di una targa ricordo, da parte dell’Amministrazione Comunale, a Filadelfio Crivillaro, Sebastiano Triscari e Carmelo Faranda, per il loro prodigarsi nel tempo a tenere sempre alto il nome di San Fratello e delle sue tradizioni. 

A proposito di fantasia e arte, l’Associazione turistica Pro-Loco “Apollonia” ha organizzato, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale, l’estemporanea di pittura “5… sfumature di colore” la realizzazione da parte di alcuni dei grandi artisti del nostro territorio, di cinque pannelli di fibrocemento 200x120, utilizzando acrilici oli e smalti, cinque splendide opere, ricche di forme espressive e di simbologia, che hanno come tema San Fratello, la sua cultura e le sue tradizioni. 

Il numero 5 che si ripete; 5 tematiche richieste agli artisti partecipanti, 5 i giorni per realizzarle, 5 i location dove saranno allocate le stesse. Gli artisti e maestri partecipanti: Mario Biffarella, Calogero Corrao, Alessandro Maio, Antonino Manasseri, Benedetto Ventura e Aldo Zisa sono tra i maggiori interpreti dell’arte del nostro territorio.  

Un ringraziamento particolare va tributato ai soci della Pro-Loco, in particolare Felicia Oriti e Rosaria Giaquinta che hanno creduto in questo progetto da tanto tempo e con determinazione l’hanno realizzato. Inaugurata venerdì 27 marzo, ha visto gli artisti cimentarsi nei 5 giorni successivi, e giovedì 2 aprile, le opere saranno presentate in piazza Ricca Salerno (Monumento). 

Tra le realtà più importanti del nostro paese va annoverato il “Corpo Bandistico San Benedetto il Moro”, che oltre a deliziarci, la domenica delle palme, con un bellissimo concerto, ha organizzato, sempre nell’Aula Consiliare, martedì 31 marzo, un’interessantissima conferenza sulla storia della banda musicale nel nostro centro. 

Alla presenza del Sindaco e del Presidente del Consiglio Comunale, i relatori (Salvatore Mangione, Antonino Marino, Salvatore Pittalà, Ciro Geraci e Andrea Marino), hanno ripercorso alcuni momenti della storia della musica a San Fratello, (toccante il ricordo del maestro Cassarà), e parlato di quello che sarà il futuro di questo splendido progetto incarnato nelle vesti di tanti bravi musicisti e del loro grande talento. 

Grande merito va ascritto al Presidente Giuseppe Baldanza e al maestro Andrea Marino. A conclusione della conferenza è stata inaugurata in via Saverio Latteri, nei pressi di Piazza Portella, una mostra fotografica con l’esposizione di strumenti e spartiti musicali in ricordo di chi ha contribuito a tener viva la passione e la cultura musicale a San Fratello.
                                                                                                

Commenti

Post più popolari