Quindici sindaci dicono NO all’aeroporto sui Nebrodi

Lo hanno deciso dopo una riunione a Torrenova. Le condizioni del territorio non permettono la costruzione di un aeroscalo.

di Giuseppe Lazzaro.
L’aeroporto dei Nebrodi non s’ha da fare. La tanto sognata struttura aeroportuale non può essere realizzata a causa delle condizioni di un territorio che non permettono la costruzione di un aeroscalo.

E’ questa la conclusione alla quale sono arrivati i sindaci dei comuni di Torrenova Salvatore Castrovinci, Capo d’Orlando Enzo Sindoni, Capri Leone Bernadette Grasso, Alcara Li Fusi Nicola Vaneria, Reitano Salvatore Villardita, Frazzanò Gino Di Pane, Ucria Giuseppe Lembo, Brolo Irene Ricciardello, Sinagra Enza Maccora, Ficarra Basilio Ridolfo, S.Agata Militello Carmelo Sottile, Piraino Gina Maniaci, San Piero Patti Ornella Trovato, Galati Mamertino Bruno Natale, Longi Alessandro Lazzara e San Fratello con il vice sindaco Ciro Carroccetto, durante la riunione svoltasi ieri sera presso l’aula consiliare di Torrenova.

L’incontro programmatico, organizzato dal sindaco di casa Castrovinci, ha confermato la tesi già sostenuta dalla precedente assemblea svoltasi a Capo d’Orlando ed organizzata dal primo cittadino Enzo Sindoni. Dopo accurati e attenti studi  tecnici, portati a termine dal sindaco di Ficarra, ingegnere Ridolfo, volti a valutare la migliore fattibilità tecnica del territorio e capire le effettive predisposizioni dell’area che avrebbe dovuto ospitare un edificio dalle dimensioni pressoché elevate, è stata riscontrata nella zona interessata una evidente impossibilità ad accogliere l’infrastruttura. 

Il territorio non si presenta idoneo, pertanto l’aeroporto dei Nebrodi, ad oggi, non si può realizzare. Tutto in fumo, anche i lauti compensi e le indennità pagate per i progetti e con una società, Aeroporto delle Eolie che adesso dovrà solo sciogliersi. Forse maturerà nuovamente il proposito di poter costruire l’aeroporto in provincia nella Valle del Mela ma, per questo, bisognerà attendere le prossime elezioni amministrative in programma a Barcellona Pozzo di Gotto e Milazzo il 31 maggio e 1 giugno.


fonte: Glpress.it


Commenti

  1. Motivo di sdegno. Che tristezza aver immaginato qualcosa di grande.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari