Grande successo per il 1° Meeting Fiat 500 sui Nebrodi

I comuni di S. Agata Militello e San Fratello teatro del raduno della mitica utilitaria. Tantissime le vetture presenti.  
Sabato 20 e domenica 21 Giugno 2015 si è svolto il 1 Meeting Fiat 500 sui Nebrodi a Sant'Agata Militello e a San Fratello (ME), organizzato dal Fiduciario del Fiat 500 Club Italia Mirenda Antonio.La manifestazione ha preso il via sabato 20 alle 17:00 nel lungomare di Sant'Agata M.llo, dove le prime Fiat 500 e i primi Coordinamenti si sono radunati, tra cui il Coordinamento di Marsala, guidato dal Referente Ingrassia Lorenzo, il Coordinamento di Ragusa, guidato dal Fiduciario Occhipinti Andrea, il Coordinamento di Chiaramonte Gulfi, dal Fiduciario Barresi Giuseppe e i delegati del Coordinamento di Caltanissetta guidati da Giuseppe Falduzza, così gli abitanti del luogo hanno potuto assistere alla mostra statica delle bellissime Fiat 500.

Fra i coordinatori si segnala la presenza anche di Antonio Erario in veste ufficiale del Fiat 500 Club Italia, uno dei referenti del consiglio direttivo di Torino giunto in Sicilia in occasione del Meeting.
Alle ore 19:00 è partita la sfilata per le vie cittadine fino al Castello "Gallego", una struttura che risale al 1660 appartenuta a Luigi Gallego, nominato Marchese e successivamente Principe di Sant'Agata. Il possente edificio sorge su una altura rocciosa, guardando da un lato il centro cittadino e dall'altro un ampio arco di costa.

Dopo la visita guidata nel cortile del Castello grazie all'aiuto dello Staff organizzativo è stato offerto un piccolo rinfresco alla comitiva. Presente anche il sindaco del comune agatese, il dott. Carmelo Sottile, l’assessore Antonino Testa e la dirigente del Castello Gallego.

Alle 21:00 la carovana si è spostata nel vicino comune di Acquedolci, svolgendo un giro nelle strade principali del comune tirrenico, con destinazione finale al Ristorante "La Cascina" in contrada Oliveto (Punto Amico Fiat 500 Club Italia). 

Domenica 21 la manifestazione ha ripreso vita alle ore 8:00 con ben 71 vetture, accompagnate dal supporto musicale offerto da Giuseppe Mirenda e Antonio Latteri. A tutti i partecipanti è stata donata la borsa del Fiat 500 Club Italia contenente, i ticket per la colazione, tre brochure che raccontano le tradizioni e la storia di San Fratello, gli adesivi del Fiat 500 Club Italia, l'adesivo ufficiale del "I° Meeting Fiat 500 sui Nebrodi" e infine un bellissimo diorama numerato che rappresentava un modellino di Fiat 500 con relativa scritta "FIAT" realizzato a mano.


Di seguito la manifestazione si è arricchita della presenza di Fiat 500 d'epoca provenienti da quasi tutta la Sicilia e anche da Napoli. Corposa la presenza di altri Coordinamenti del Fiat 500 Club Italia tra cui il Coordinamento di Palermo, guidato dal Fiduciario Roberto Accurso, il Coordinamento di Cefalù Fiduciario Francesco Ventura, il Coordinamento di Messina, Fiduciario Salvatore Papa, il Coordinamento di Messina Jonica, Fiduciario Giuseppe Perez e in più la presenza di Presidenti di altri Club.

Finite le iscrizioni e la colazione verso le 11:00, la numerosa comitiva è partita alla volta di San Fratello, dove c’è stata un’accoglienza trionfale per l’intero gruppo di auto storiche, che dopo aver percorso un giro per le vie principali del comune montano, si sono fermate lungo il corso principale del centro abitato.

Il programma ha previsto la visita del Chiostro Francescano dell’ex-convento di Santa Maria di Gesù, che fu ultimato nel 1617 e si trova adiacente alla Chiesa Madre di San Fratello, elevata a Santuario Diocesano di San Benedetto il Moro, e rappresenta una rara testimonianza dell'arte barocca siciliana.
Parte integrante dell’intero complesso sacro è la celebre biblioteca comunale del cinquecento, che contiene circa tremila volumi e rari e preziosi codici, dedicata alla memoria del prof. Benedetto Craxi (nonno del più celebre Bettino, noto politico della prima Repubblica, ex-segretario del PSI e presidente del consiglio dal 1983 al 1987, la cui famiglia è originaria di San Fratello).

A fare da guida all’interno del Santuario il parroco del paese, l’Arciprete Salvatore Di Piazza. La visita si è conclusa con un aperitivo offerto dal Comune di San Fratello, a cura del Bar Maggiore, con degustazione dei salami tipici dell’Azienda Agricola Roccaforte di Antonio Manasseri.

Prima della conclusione della manifestazione il sindaco di San Fratello, dott. Francesco Fulia, insieme alla consigliera Fortuna Cardali, il presidente del consiglio comunale Vittoria Liuzzo e l’assessore Antonella Carrini hanno premiato il responsabile Antonio Mirenda, con una targa per l’impegno e la sensibilità dimostrata nella valorizzazione del territorio di San Fratello.

L’evento è proseguito con un tour in auto per San Fratello in direzione dello splendido bosco con tappa finale al Ristorante “il Cerro”, in contrada Passo dei Tre. Per assaggiare alcune prelibatezze locali, con musica, animazione e giochi di gruppo che hanno entusiasmato e coinvolto tutti i partecipanti a cura di Giuseppe Mirenda e Antonio Latteri.

Le premiazioni hanno concluso la manifestazione. Premiata la Fiat 500 più vecchia di Rinaldo Michele 500 D 1961, il gruppo più numeroso del Coordinamento di Cefalù, la 500 venuta da più lontano quella di Stefano Cotugno da Napoli, che ha percorso più di 600 km, inoltre tutti i fiduciari e i presidenti di club presenti sono stati premiati con un ricordo, i referenti del club Antonio Erario e Lorenzo Ingrassia con una 500 realizzata in polvere di marmo, tutto lo staff organizzativo per il grande impegno svolto, in particolar modo Ciro Oriti, Antonio Merlino e Lucrezia Merlino.









Commenti

Post più popolari