Chiesti aiuti e agevolazioni per le piccole e medie imprese

Casartigiani dei Nebrodi chiede a Crocetta l’attivazione del fondo per il commercio.

BROLO – Fausto Ridolfo presidente dell’associazione sindacale “Casartigiani dei Nebrodi” ha inviato una lettera di protesta al Presidente della Regione Sicilia ed a Bruno Marziano nella qualità di presidente della terza commissione attività produttive dell’Assemblea Regionale Siciliana. 

Nella lettera inviata viene manifestato lo sgomento e l’amarezza di molti imprenditori del settore commercio e dei servizi della provincia di Messina, per il blocco delle “Agevolazioni del fondo per il commercio” che è disciplinato dalla legge 32/2000 attraverso gli articoli 60 ed 63.

Il blocco del fondo per il commercio è dovuto al mancato rinnovo della convenzione con l’ente Irfis-FinSicilia S.p.a., società in “house” della regione Sicilia. Il mancato rinnovo della convenzione deriva dal fatto che: l’Irfis-FinSicilia S.p.a ha beneficiato con il D.D.G. numero 2932/1 del 08 giugno 2012 della gestione del fondo per il commercio, attraverso un atto di gestione in convenzione del servizio. In data 24 giugno 2014 con il D.D.G. numero 1403/1 veniva prorogata la convenzione con l’ente Irfis-FinSicilia S.p.a fino alla data del 30 giugno 2015.

Da mese di luglio sino ad oggi, l’assessorato regionale delle Attività Produttive, attualmente presieduto “ad interim” dal Governatore Rosario Crocetta non ha provveduto né a valutare se vi sono le condizioni giuridiche affinché si potesse attivare un nuovo rinnovo della convenzione con l’Irfis-FinSicilia S.p.a, né ha provveduto ad attivare le procedure per l’emanazione di un bando pubblico per l’affidamento del servizio per la gestione del fondo per il commercio disciplinato dalla legge 32/2000 art. 60 e 63.

“Casartigiani dei Nebrodi”, invita il Governatore Rosario Crocetta ad attivarsi per riattivare la convenzione con Irfis-FinSicilia S.p.a se vi sono le condizioni giuridiche previste dalla legge oppure redigere con urgenza e celerità un bando di gara per l’affidamento del servizio per la gestione del fondo del commercio come previsto dalla legge 32/2000. In quanto i fondi disciplinati dalla legge 32/2000 permettono alle piccole e medie imprese commerciali di usufruire di interventi creditizi ed agevolazioni molto vantaggiose per le imprese, in momento di profonda crisi economica e con il “credit crunch” delle banche, per le imprese è fondamentale poter accedere alle agevolazioni previste dal fondo per il commercio.

Fausto Ridolfo presidente di Casartigiani dei Nebrodi, invita ad una riflessione, perché dal 2014 ad oggi non si è provveduto a realizzare un bando per la gestione del fondo per il commercio quando si era a conoscenza che al 30 giugno 2015 non si sarebbe più potuto applicare la formula della proroga del servizio?. Spesso si dimentica che la politica è programmazione degli eventi certi futuri! Non possono essere sempre le imprese ed i cittadini a dover subire le distrazioni dei politici.

fonte: parcodeinebrodi.blogspot.it

Commenti

Post più popolari