Allestito un presepe in ogni angolo di quartiere

EVENTI 
San Fratello borgo dei presepi, come se tutto quello che si svolgeva in casa si fosse all'improvviso riversato nelle strade.

Salvatore Mangione.
Un nuovo modo di celebrare il Natale viene dalla voglia paesana di rinascita, a ogni angolo di quartiere viene allestito un presepe, con raffigurazioni di un certo livello. L'iniziativa, quasi spontanea, ha trovato negli ultimi anni, un crescendo di partecipazione al punto che diventa sempre più piacevole ammirare i capolavori esposti all'aperto. 

Come se tutto quello che si svolgeva in casa si fosse all'improvviso riversato nelle strade. Ed ecco che la fantasia e l'arte, adattate al crocicchio delle viuzze, oppure allo spiovente di una balconata, diventano luoghi di attrazione. Sempre più appariscenti, più ricchi di personaggi, senza stravolgere il mistero della Natività, rispettando l'antico fascino dell'ambiente che circonda, secondo la tradizione, la notte Santa e la grotta di Bethlemme.

E' un misto di originalità e di bellezza, con l'intreccio di luci e di colori appropriati, con antichi mestieri ben raffigurati, dove fanno da padroni i pastori, gli allevatori, i greggi e gli armenti oltre i cavalli dai colori variopinti di nero, baio e morello secondo la tradizione.


E come in ogni manifestazione che conta, non poteva venir meno la curiosità: ai piedi del grande mosaico del Cristo Risorto, nella piazza di San Nicolò di Bari, è stato allestito un piccolo presepe, essenziale, senza fasto, ma solo simbolico, per ricordare a tutti che accanto a quel luogo sacro, sono cresciute generazioni di fedeli e di cristiani, che con tanta umiltà attendono ancora di essere risarciti e di riavere una casa.  

fonte: gazzetta del sud


Commenti

Post più popolari