Caso precari, 45 comuni protestano contro la Regione Siciliana

ATTUALITA'
L’emergenza precari della Sicilia non può e non deve essere trascurata dallo Stato che, anzi, ha il dovere di essere al fianco degli amministratori nel ricercare ogni possibile soluzione rispettosa delle norme ma, soprattutto, degli esseri umani. 

Giuseppe Lazzaro.
Dopo la riunione tenutasi al comune di Torrenova relativa alla questione precari, i sindaci di 45 comuni della provincia di Messina, hanno sottoscritto ed inviato una nota di protesta al presidente della Regione Siciliana Rosario Crocetta, al presidente dell’Assemblea Regionale Siciliana Giovanni Ardizzone, all’assessore regionale delle Autonomie Locali e della Funzione Pubblica e all’assessore regionale all’Economia dove vengono evidenziate le contraddizioni di una normativa regionale convulsa e caotica. 

Nessun amministratore si dichiara disponibile, oggi, a contribuire alla creazione di un’emergenza sociale ed economica. Il numero dei precari, per la maggior parte dei comuni, è tale che se ne potrebbero stabilizzare un numero ridotto rispetto alle capacità assunzionali e, soprattutto, alle disponibilità economiche, trovandosi costretti ad abbandonare gli altri al loro destino. Non è intenzione dei sindaci creare ulteriori disparità di trattamento tra soggetti che prima di essere numeri da stabilizzare, sono essere umani con famiglie che, da anni, vivono nella precarietà e, invece, meritano certezze. I sindaci pertanto annunciano che non intendono dare corso ad alcun programma triennale entro il 30 giugno 2016 e anzi, diffidano il competente assessorato dal trattenere le somme relative al cosiddetto fondo squilibri.

L’emergenza precari della Sicilia non può e non deve essere trascurata dallo Stato che, anzi, ha il dovere di essere al fianco degli amministratori nel ricercare ogni possibile soluzione rispettosa delle norme ma, soprattutto, degli esseri umani. 

Di seguito i comuni che hanno sottoscritto la nota: Patti, Brolo, Capo d’Orlando, S.Agata Militello, Gioiosa Marea, Acquedolci, Mistretta, S.Stefano di Camastra, Caprileone, Piraino, Naso, Furnari, San Fratello, Caronia, Capizzi, Castell’Umberto, Sant’Angelo di Brolo, Tusa, San Piero Patti, Sinagra, Galati Mamertino, Cesarò, Montalbano Elicona, Oliveri, San Marco d’Alunzio, Alcara Li Fusi, Montagnareale, Longi, Ficarra, San Teodoro, Novara di Sicilia, Pettineo, Militello Rosmarino, Castel di Lucio, San Salvatore di Fitalia, Ucria, Raccuja, Santa Domenica Vittoria, Mirto, Reitano, Motta d’Affermo, Frazzanò, Floresta, Gallodoro e Torrenova.

fonte: glpress.it

Commenti

Post più popolari